Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Concordato in continuità e apporto di finanza esterna

18 Gennaio 2017 | di Daniele Fico

Concordato con continuità aziendale

Il piano attestato di un concordato in continuità può prevedere ipotesi alternative di acquisizione di nuovo capitale per la soddisfazione della percentuale promessa ai creditori concordatari?

Leggi dopo

Automatic stay e procedura esecutiva individuale già iniziata ante concordato

11 Gennaio 2017 | di Mariacarla Giorgetti

Automatic stay

Siamo in procinto di predisporre una domanda di concordato preventivo per conto di un cliente. L'azienda futura concordataria ha concesso in affitto d'azienda la sua attività. Diversi suoi creditori hanno effettuato il pignoramento dei canoni dell'affitto d'azienda in oggetto e le somme sono, in alcuni casi, già state assegnate dal Giudice. Le somme però...

Leggi dopo

Deposito del piano di riparto a "zero" e successiva istanza di chiusura della procedura

27 Dicembre 2016 | di Daniele Fico

Fallimento: disciplina generale

Qualora in un fallimento, una volta approvato il conto della gestione e pagato il compenso al curatore, non via sia ulteriore attivo da distribuire, è necessario formalizzare un riparto a “zero”? In ogni caso l’istanza di chiusura è da richiedere a norma dell’art. 118 n. 3?

Leggi dopo

Legittimazione passiva del liquidatore giudiziale

16 Dicembre 2016 | di Matteo Lorenzo Manfredi, Federico Almini

Liquidatore giudiziale

Il liquidatore giudiziale di un concordato preventivo in continuità che degrada al chirografo un credito (messo in prededuzione nel piano concordatario omologato) è litisconsorte necessario nella causa di accertamento della collocazione come creditore prededucibile intentata con causa ordinaria dal creditore?

Leggi dopo

Bancarotta, riassunzione e litispendenza (Tempus regit actum)

12 Dicembre 2016 | di Mariacarla Giorgetti

Bancarotta fraudolenta

Procedimento per bancarotta fraudolenta (anno 2010) col Fallimento costituito parte civile. Condanna in primo e secondo grado, prescritto in Cassazione che il 30 marzo 2016 rinvia alla Corte d'appello civile per la determinazione del danno. Qual è il termine di riassunzione applicabile?

Leggi dopo

Insinuazione da parte del curatore al passivo di altro fallimento

02 Dicembre 2016 | di Giuseppe Limitone

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Nel caso in cui il curatore di un fallimento abbia proposto domanda di insinuazione al passivo di altro fallimento e la stessa sia stata rigettata in sede di verifica, l'opposizione allo stato passivo che il predetto curatore intenda proporre deve essere sottoposta alla previa autorizzazione del Giudice Delegato, non operando l'esenzione prevista dall'art 31, comma 2, l. fall.?

Leggi dopo

Mutuo senza termine, pagamento della somma nei due anni ante fallimento e art. 65 l. fall.

24 Novembre 2016 | di Marco Toso, Chiara Curculescu

Mutuo

In caso di mutuo infruttifero senza previsione del tempo della restituzione della somma mutuata, il pagamento da parte del mutuatario nei due anni anteriori al fallimento senza espressa richiesta o messa in mora da parte del mutante costituisce pagamento inefficace ex art 65 l. fall.?

Leggi dopo

Il rango delle spese di soccombenza a carico del debitore concordatario

16 Novembre 2016 | di Ivan Libero Nocera

Spese di lite

In una procedura di concordato preventivo con continuità aziendale, la condanna al pagamento delle spese legali in favore della controparte contenuta in una sentenza emanata successivamente all'ammissione del concordato ma relativa ad un giudizio introdotto anteriormente, determina l'insorgenza di un credito chirografario prendendosi a riferimento la data di introduzione del giudizio o in prededuzione in ragione della pronuncia sulle spese contenuta in una sentenza successiva alla ammissione alla procedura?

Leggi dopo

Vendita senza incanto di beni immobili e modalità di deposito della cauzione

10 Novembre 2016 | di Daniele Fico

Vendita senza incanto

In tema di vendita delegata di immobili, la cauzione depositata dall’offerente in conseguenza dei sondaggi effettuati dal curatore per reperire gli eventuali interessati, può poi essere utilizzata dal medesimo offerente per partecipare senza incanto o dovrà essere depositata una nuova cauzione?

Leggi dopo

Opposizione al passivo e tassazione del decreto di ammissione

02 Novembre 2016 | di Matteo Lorenzo Manfredi, Antonio Granelli

Ammissione al passivo con riserva

Il Curatore di un fallimento propone l’ammissione al passivo di un creditore, ma con riserva, stante la pendenza di un giudizio avanti l’autorità giudiziaria ordinaria. Il Giudice Delegato, in sede di verifica dei crediti, nonostante le osservazioni presentate dal creditore, lo ammette con riserva. Il creditore propone opposizione allo stato passivo, all’esito del quale il tribunale, con decreto, lo ammette al passivo del fallimento per il medesimo importo e titolo eliminando la riserva apposta dal Giudice Delegato. L’Agenzia delle Entrate sottopone a tassazione detto decreto in misura proporzionale ai sensi dell’art. 8, comma 1, lett. c), Tabella allegata al TUR ritenendo che detto decreto contenga un accertamento di diritti a contenuto patrimoniale. È corretto l’operato dell’Ufficio?

Leggi dopo

Pagine