Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Fallimento, cessione di un contratto di locazione e pagamento dei canoni

17 Novembre 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Sergio Nadin

Cessione d'azienda

In caso di cessione, da parte di una procedura fallimentare, di azienda che comprende un contratto di locazione, la procedura rimane obbligata in solido con il cessionario per il pagamento dei canoni di locazione?

Leggi dopo

Fallimento, fondo patrimoniale e soddisfacimento dei creditori

03 Novembre 2015 | di Daniele Fico

Fondo patrimoniale

Nel 1999 il sig. X ed il coniuge costituiscono un fondo patrimoniale su determinati beni immobili. Nel 2006 X con l'intervento del coniuge, terzo datore di ipoteca, contrae con Istituto di credito mutuo ipotecario "per acquisto e ristrutturazione altro immobile", concedendo ipoteca sugli immobili oggetto del detto fondo patrimoniale. Nel 2013 X fallisce. Dovrà il credito residuo dell'Istituto essere ammesso in chirografo (non potendo il fallimento acquisire gli immobili e non potendo, stante il tempo trascorso, "invalidare" il fondo patrimoniale) o potrà essere escluso essendo sorto esclusivamente per esigenze della famiglia e potendo trovare soddisfacimento sui beni immobili ipotecati ed oggetto del fondo patrimoniale? Vi è un conflitto tra creditori della famiglia e creditori dell'imprenditore fallito e come si risolve? Ci sono precedenti giurisprudenziali sia di merito che di legittimità? Si precisa che nel contratto di mutuo non si fa mai riferimento all'attività di impresa.

Leggi dopo

Concordato e assegnazione di crediti in sede esecutiva

28 Ottobre 2015 | di Mariacarla Giorgetti

Concordato con riserva

La società A ha un debito con la società B. Quest’ultima, a seguito di decreto ingiuntivo, pignora un credito che la società A ha nei confronti della società C. Dopo l'udienza di assegnazione la società C deposita domanda di concordato preventivo in bianco. La società C oppone alla società B la pendenza del concordato preventivo e non procede, pertanto, al pagamento della somma assegnata dal giudice. Il comportamento della società C è corretto e conforme alle norme concorsuali? Visto che il pignoramento e l'assegnazione della somma è avvenuta prima del deposito della domanda di concordato la società B non avrebbe diritto di ottenere il pagamento integrale della somma e non concorrere con gli altri creditori?

Leggi dopo

Condanna al risarcimento dei danni nei confronti di una società in concordato

01 Ottobre 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Concordato preventivo: disciplina generale

Nell'ambito di un concordato preventivo, in fase liquidatoria, interviene una sentenza di condanna della società ammessa al concordato nell'ambito di una causa civile che era in essere già al momento del deposito della domanda di concordato. Specifico che gli organi della procedura sono rimasti del tutto estranei alla causa non essendo sorto alcun litisconsorzio. Chiedo se il credito accertato (risarcimento danni) con la sentenza di condanna debba essere considerato opponibile alla procedura concordataria oppure unicamente alla società. Qualora fosse opponibile alla procedura si tratterebbe di un credito chirografario?

Leggi dopo

Fallimento di snc, dei soci e soddisfazione dei creditori particolari dei soci

22 Settembre 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Fallimento delle società e dei soci illimitatamente responsabili

Fallimento di una Snc e dei soci. Viene liquidato l'attivo sociale ad eccezione di un'autovettura ed al recupero di un credito in forza di sentenza passata in giudicato. L'attivo conseguito consente il pagamento dei creditori sociali nonché dei debiti e spese in prededuzione. Ricorre l'ipotesi del n. 2 dell'art. 118 l. fall.? I creditori particolari dei soci possono trovare soddisfazione con l'attivo conseguito dal fallimento di ogni singolo socio o è escluso un qualsivoglia riparto in loro favore conseguente alla chiusura del fallimento sociale? Il residuo attivo conseguito dal fallimento di ogni socio (trattenute stipendi, acquisizioni conti e depositi) andrebbe quindi restituito ai singoli soci?

Leggi dopo

Fallimento, IVA per cassa e fatture emesse, ma non incassate

16 Settembre 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Adempimenti fiscali nel fallimento

Nel caso in cui la società fallita adottava l'IVA per cassa, come bisogna comportarsi per il versamento dell'IVA sulle fatture emesse prima della data di fallimento e non incassate e sulle fatture di acquisto registrate alla data di fallimento non ancora pagate? L'IVA sulle fatture emesse, ma non incassate sono da considerare debiti concorsuali o decorso un anno dall'emissione o prima in caso di incasso va in ogni caso versata?

Leggi dopo

Il programma di liquidazione nel fallimento di snc e dei soci illimitatamente responsabili

08 Settembre 2015 | di Daniele Fico

Programma di liquidazione

Nel fallimento di una snc, nel programma di liquidazione - punto relativo all’attivo fallimentare - devo includere anche il patrimonio dei soci illimitatamente responsabili o solo il patrimonio societario in quanto per i soci dovrò predisporre un altro programma di liquidazione?

Leggi dopo

Concordato e notifica di cartelle di pagamento: aggio, interessi di mora e sanzioni

04 Agosto 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Cartelle esattoriali

Dopo la presentazione del concordato preventivo, la ricorrente nel piano concordatario indica il debito per ritenute, IVA e imposte varie anteriori, comprendendo le sanzioni al 10% come da avviso bonario e interessi legali fino alla data del presunto pagamento, e calcolando gli interessi come sopra ma escludendo il calcolo delle sanzioni per quei debiti non ancora oggetto di avviso bonario. Successivamente il Concessionario notifica cartelle con aggio, interessi di mora e con aggravio delle sanzioni al 30% e precisa il maggior credito al Commissario. Tali maggior importi modificano sensibilmente il fabbisogno previsto. Il Commissario deve tenerne conto nella sua relazione ex art. 172 l. fall. oppure tali maggiori somme non saranno dovute poiché la società non può effettuare pagamenti per debiti anteriori? In giurisprudenza c’è una sentenza della Corte di Appello di Milano del 08/07/2014 che sicuramente esclude gli aggi, ma le sanzioni?

Leggi dopo

Insinuazione del credito del professionista e quantificazione del compenso

28 Luglio 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Parametri professionali

Quali sono i criteri e le modalità per l'insinuazione al passivo del credito del professionista che ha assistito la società nell'ambito di una procedura di concordato in bianco e - contestualmente - nell'ambito delle trattative volte alla conclusione di un accordo di ristrutturazione del debito. Mancando la pattuizione convenzionale del compenso, e dovendo dunque fare riferimento alle tariffe vigenti (che relativamente alla procedura concorsuale stabiliscono esclusivamente il parametro per la determinazione del valore della pratica) come si quantifica l'importo?

Leggi dopo

Appalto di opere pubbliche, affitto di ramo d’azienda e fallimento dell’appaltatore

16 Luglio 2015 | di Maria Grazia Sirna

Appalto pubblico

In caso di fallimento dell'appaltatore qual è la sorte del contratto di affitto di ramo di azienda avente ad oggetto contratto di appalto di opere pubbliche?

Leggi dopo

Pagine