Prassi dei tribunali

Prassi dei tribunali

Curatore fallimentare, commissario e liquidatore giudiziale nel concordato preventivo: criteri orientativi

20 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Organi del fallimento e della altre procedure concorsuali

Il Tribunale di Bergamo esplicita i criteri che orientano i Giudici nella nomina dei professionisti per gli incarichi di curatore fallimentare, commissario e liquidatore giudiziale nel concordato preventivo; ciò al fine di rispondere non solo ad una esigenza di generale trasparenza, ma anche per garantire una rotazione tra coloro che siano giudicati idonei a ricoprire tali incarichi e per non cristallizzare il numero di professionisti che attualmente vengono nominati. 

Leggi dopo

Ammissione al passivo del credito IVA e cassa previdenziale accessori al compenso del professionista

20 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Ammissione al passivo: forma e contenuto della domanda

La sezione fallimentare del Tribunale di Bergamo, nella circolare n. 3/13, detta istruzioni per i curatori sulle conclusioni da assumere in sede di accertamento dello stato passivo, relativamente alle domande di ammissione del credito per Iva e contributo cassa previdenziale, accessori al credito per prestazione professionale: il credito verso il cessionario ed il committente per la rivalsa Iva, sebbene autonomo rispetto al credito per il corrispettivo, è direttamente e funzionalmente collegato all’operazione imponibile e sorge unitamente e contestualmente al sorgere del diritto al corrispettivo, indipendentemente dall’esecuzione dei detti adempimenti (emissione fattura o parcella), la domanda di ammissione al passivo del credito Iva e del contributo previdenziale va pertanto accolta, e il credito ammesso al chirografo nella misura da determinarsi in base a quanto ripartito al titolare del credito professionale ammesso

Leggi dopo

Istruzioni ai curatori su rendiconto di gestione, comitato dei creditori e accertamento del passivo

20 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Rendiconto della gestione

La sezione fallimentare del Tribunale di Bergamo, nella circolare operativa n. 1/13, fornisce alcune istruzioni per i curatori fallimentari: si prevedono specifiche disposizioni dedicate al rendiconto di gestione e allegando un modello che dovrà essere adottato in tutte le procedure di fallimento aperte dopo il 20 novembre 2013. Vengono fornite, altresì, sintetiche istruzioni quanto ai criteri da seguire per la nomina dei componenti dei creditori e quanto alle conclusioni da assumere in sede di accertamento dello stato passivo, con riferimento alle domande di ammissione formulate da Equitalia (spese, compensi e diritti di riscossione), alle domande di ammissione dirette ad ottenere il riconoscimento del privilegio artigiano o, infine, il riconoscimento degli interessi di mora, ex l. n. 231/02, come modificata dal d. lgs. n. 92/12.

Leggi dopo

Programma di liquidazione e rapporto riepilogativo semestrale ex art. 33 l. fall.

20 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Relazione del curatore ex art. 33, comma 1, l. fall.

Il programma di liquidazione è atto a formazione plurisoggettiva: viene predisposto dal curatore ed è sottoposto non solo al controllo del comitato dei creditori, organo direttivo,  ma anche ad una verifica di legittimità da parte del giudice.

Leggi dopo

Fallimento: domanda di ammissione al passivo

18 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI AOSTA

Ammissione al passivo: forma e contenuto della domanda

Il Tribunale di Aosta rende noto il modello di domanda di ammissione al passivo da utilizzare nella procedura fallimentare, ex art. 93 l. fall.

Leggi dopo

Crediti tributari: ammissibilità e collocazione nello stato passivo

17 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI RAVENNA

Contenzioso tributario

Il Tribunale di Ravenna, in un documento che costituisce la prassi della sezione fallimentare, fornisce a tutti i curatori una guida all’ammissibilità e alla corretta collocazione dei crediti tributari nello stato passivo delle procedure concorsuali.

Leggi dopo

Comunicazioni telematiche degli atti: la nuova disciplina introdotta dal c.d. Decreto Sviluppo-bis

13 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI RAGUSA

Comunicazioni PEC nelle procedure concorsuali

Il Tribunale di Ragusa illustra le nuove modalità di comunicazione telematica di atti nelle varie procedure concorsuali, a seguito dell’entrata in vigore della legge n. 221/2012, di conversione del c.d. “Decreto sviluppo-bis”, e della legge n. 228/2012.

Leggi dopo

Notifiche dei ricorsi per dichiarazione di fallimento a cura della cancelleria

12 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI TORINO

Comunicazioni PEC nelle procedure concorsuali

Il Tribunale di Torino fornisce indicazioni operative sulla nuova disciplina, introdotta dal c.d. Decreto Sviluppo-bis (d.l. n. 179/2012, conv. in l. n. 221/2012) e in vigore dal 1 gennaio 2014, che ha modificato l’art. 15, comma 3, l. fall., relativamente alle modalità di notifica del ricorso per la dichiarazione di fallimento.

Leggi dopo

Concordato preventivo con riserva: le novità introdotte dal Decreto Sviluppo

05 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MONZA

Concordato con riserva

Il Plenum della sezione fallimentare del Tribunale di Monza, fornisce i propri orientamenti sulle novità introdotte dal c.d. Decreto Sviluppo (d.l. n. 83/2012, conv. in l. n. 134/2012), in materia concorsuale, con particolare riferimento al nuovo istituto del concordato preventivo con riserva.

Leggi dopo

Le novità in materia concorsuale introdotte dal Decreto Sviluppo

04 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MILANO

Concordato preventivo: disciplina generale

Al fine di chiarire eventuali incertezze, derivanti dalle novità legislative introdotte dal c.d. "Decreto Sviluppo" (d.l. n. 83/2012, conv. in l. n. 134/2012), e di adottare prassi condivise da tutti i giudici delegati, il Tribunale di Milano, con verbale del plenum della Sezione Fallimentare del 20 settembre, fornisce una dettagliata indicazione dei criteri interpretativi ed applicativi che verranno seguiti in materia di concordato preventivo, con specifico riferimento alla nuova figura del concordato con riserva.

Leggi dopo

Pagine