Prassi dei tribunali

Prassi dei tribunali

Linee guida in tema di concordato preventivo in continuità

12 Maggio 2016 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Concordato con continuità aziendale

A fronte delle recenti novità introdotte dalla L. n. 132/2015, di conversione del D.L. n. 83/2015, il Tribunale di Roma rende noti i propri orientamenti in merito all’interpretazione delle nuove disposizioni, tra cui in particolare l’art. 106 l. fall. e la soglia di soddisfazione del pagamento dei creditori chirografari prevista dell’ultimo comma, precisandone l’applicabilità anche alle ipotesi di concordati c.d. misti.

Leggi dopo

Istruzioni ai curatori per la chiusura dei fallimenti pendenti

01 Aprile 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Corsie preferenziali per i procedimenti di cui sia parte un fallimento o un'impresa in concordato

Con circolare dell’8 marzo 2016, il Tribunale di Siracusa indica i criteri che dovranno orientare l’attività dei curatori dei fallimenti aperti da oltre cinque o dieci anni al fine di procedere alla chiusura della procedura nonostante la pendenza di liti, attive o passive, nelle quali sia possibile un riparto finale, come prevede l’art. 118, comma 2, l. fall., modificate dal D.L. n. 83/2015.

Leggi dopo

Chiusura dei fallimenti pendenti, contenuto della proposta concordataria e proposte concorrenti

29 Marzo 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MONZA

Chiusura del fallimento

Con provvedimento dello scorso 19 gennaio, la Sez. III del Tribunale di Monza fornisce alcuni chiarimenti interpretativi in ordine alle modifiche apportate dal D.L. n. 83/2015 in tema di regime intertemporale di applicazione delle nuove norme, chiusura anticipata delle procedure fallimentari ancora aperte, requisiti contenutistici della proposta concordataria, per soffermarsi infine sulla nuova disciplina delle offerte e proposte concorrenti.

Leggi dopo

Linee guida per il curatore fallimentare

18 Marzo 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Il Tribunale di Siracusa ha pubblicato le “Linee guida del curatore fallimentare” con lo scopo di rendere il più possibile chiaro ed uniforme l'adempimento degli obblighi ad essi incombenti. Il Presidente e i Giudici della sezione fallimentare, con il contributo del Centro Studi di Diritto Fallimentare di Siracusa, invitano tutti i curatori a fare riferimento alle Linee guida per l'adempimento dell'incarico, precisando che costituiscono oggetto del documento gli adempimenti che si verificano più spesso nella prassi e quelli introdotti con il D.L. n. 83/2015.

Leggi dopo

Contenuto della proposta, offerte e proposte concorrenti, accertamento del passivo: indicazioni operative

09 Marzo 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Offerte concorrenti di concordato

Con la circolare operativa n. 2 del 3 marzo, il Tribunale di Bergamo fornisce indicazioni operative ai curatori fallimentari e ai commissari liquidatori di società in concordato preventivo con riferimento ad alcuni profili normativi interessati dalle modifiche di cui ald.l. n. 83/2015.

Leggi dopo

Contenuto della proposta, offerte e proposte concorrenti, accertamento del passivo: indicazioni per i curatori

08 Marzo 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Offerte concorrenti di concordato

Con la circolare operativa n. 2 del 3 marzo, il Tribunale di Bergamo fornisce indicazioni operative ai curatori fallimentari e ai commissari liquidatori di società in concordato preventivo con riferimento ad alcuni profili normativi interessati dalle modifiche di cui al d.l. n. 83/2015.

Leggi dopo

Adozione del mandato di pagamento cartaceo e modello di ordinanza di vendita senza incanto

02 Marzo 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Mandato di pagamento

Il Tribunale di Bergamo, con circolare n. 1/2016 fornisce indicazioni operative connesse all’adozione di mandato di pagamento cartaceo a firma del G.D. e del cancelliere, da presentare in banca per il prelevamento di denaro dal c/c intestato alla procedura concorsuale, allo scopo di dare piena e corretta applicazione dell’art. 34, ult. comma, l. fall.

Leggi dopo

Prospetti per l’azione di responsabilità promossa dal curatore fallimentare

19 Febbraio 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MILANO

Azioni di creditori e organi di procedure concorsuali verso amministratori

Con una comunicazione firmata dal Presidente della Sezione Specializzata in materia di impresa il 12 gennaio 2016, il Tribunale di Milano invita i difensori delle procedure e dei convenuti nelle cause di responsabilità promosse dai curatori fallimentari nei confronti di amministratori, sindaci e liquidatori di società di capitali ex art. 146 l. fall. ad inserire, nella prima pagina degli atti introduttivi dei procedimenti, due Prospetti al fine di semplificare al giudice l’attività di lettura degli atti e di individuazione degli elementi salienti della vicenda.

Leggi dopo

Nuova disciplina della chiusura dei fallimenti

11 Febbraio 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI VERONA

Chiusura del fallimento

La Sezione Fallimentare del Tribunale di Verona, con comunicazione del 25 novembre, invita i curatori fallimentari a valutare ogni iniziativa idonea a minimizzare i rischi derivanti dalle nuove disposizioni, di recepimento di direttive comunitarie in materia di tutela dei depositanti; invita, inoltre, i curatori, a depositare, entro il prossimo 15 febbraio, una relazione al Giudice Delegato di ricognizione sulle procedure di fallimento la cui chiusura sia impedita dalla pendenza di causa, al fine di valutare la possibilità di far applicazione del nuovo art. 118 l. fall.

Leggi dopo

Definizione prioritaria dei fallimenti pendenti da oltre dieci anni

04 Febbraio 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MESSINA

Chiusura del fallimento

In applicazione dell’art. 118, comma 2, l. fall., come novellato dal d.l. n. 83/2015 conv. in l. n. 132/2015, il Tribunale di Messina fornisce ai curatori fallimentari precise indicazioni operative finalizzate alla definizione in via prioritaria dei fallimenti pendenti da oltre dieci anni in cui sia possibile un riparto finale e che non siano ancora stati chiusi esclusivamente a causa della pendenza di liti, attive o passive.

Leggi dopo

Pagine