Casi e sentenze

Debitore incapiente e presupposto oggettivo negativo per l’esdebitazione

 

Nell’ambito di un procedimento di ricorso per esdebitazione del sovraindebitato incapiente, ai fini dell’applicazione dell’art.14 quaterdecies L. n. 3/2012 hanno rilevanza il presupposto oggettivo negativo, rappresentato dal fatto che il soggetto sovraindebitato non ha alcuna utilità da offrire ai propri creditori all’attualità o secondo previsione attendibile, e il presupposto soggettivo della meritevolezza, che secondo la norma deve essere accertato dal giudice in positivo, in considerazione della natura premiale dell’istituto.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >