Casi e sentenze

Decozione dell’impresa e nozione di insolvenza

 

La Corte d’appello, in sede di rinvio dalla Cassazione che aveva riformato la precedente revoca del fallimento, evidenzia che la nozione di insolvenza debba ricomprendere una prospettiva dinamica, che valuti non tanto l'incapienza del patrimonio dell'imprenditore, né la dimensione statica descritta dall’art. 5 l.fall., quanto piuttosto una “vera impotenza patrimoniale definitiva e irreversibile” che non consente all’impresa di “continuare ad operare proficuamente sul mercato, fronteggiando con mezzi ordinari le obbligazioni”.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >