Focus

La nuova composizione negoziata della crisi e il concordato liquidatorio semplificato

Sommario

Uno sguardo di insieme al provvedimento | La nuova composizione negoziata della crisi | Gli esiti della nuova composizione della crisi | Il concordato liquidatorio semplificato per le imprese maggiori | Il concordato liquidatorio semplificato e gli altri istituti per le imprese minori | Conclusioni |

 

Il 5 agosto 2021 il Consiglio dei Ministri ha approvato un d.l. di prossima pubblicazione che rinvia l’entrata in vigore del codice della crisi al 16 maggio 2022 e l’allerta al 31 dicembre 2023. Vengono poi anticipati ulteriori istituti del CCII per facilitare gli accordi di ristrutturazione e viene introdotta la composizione negoziata della crisi, condotta sotto l’egida di un esperto di nomina volontaria, all’esito della quale è possibile accedere a diverse soluzioni di regolazione della crisi. Tra di esse, il nuovo concordato liquidatorio semplificato, che non prevede l’adunanza dei creditori.

Leggi dopo