Focus

Le modifiche al piano nelle procedure concorsuali: profili applicativi e funzione dell'attestatore

Sommario

Introduzione | Spunti dalla normativa emergenziale | Le modifiche al piano nella prassi | La funzione dell'attestatore secondo i principi di attestazione | Conclusioni |

 

Le modifiche del piano e della proposta nelle procedure concorsuali è una tematica che è tornata di attualità in ragione dell'emergenza pandemica: il Legislatore è intervenuto, dapprima, con il D.L. 23/2020 e poi con la modifica all'art.182 bis L.F. ad opera dell’art. 37 bis in sede di conversione del c.d. Decreto Sostegni. Il testo novellato costituisce di fatto l'anticipazione dell'entrata in vigore del CCI che introduce, nell'ambito degli accordi, la distinzione tra modifiche sostanziali del piano intervenute prima o dopo l'omologazione dell'accordo, richiedendo - in entrambi i casi - il rinnovo dell'attestazione. Restano tuttavia irrisolti taluni profili applicativi: traendo spunto dalla normativa emergenziale, si approfondiscono i contenuti sulla base di una breve disamina del dettato normativo, dei principi di attestazione di recente emanazione e dell'orientamento assunto dalla best practice professionale.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >