Focus

Legittimazione al voto dei creditori interessati nel concordato preventivo e modalità di pagamento dei creditori privilegiati

03 Gennaio 2023 | Concordato preventivo (nel CCI)

Sommario

Il diritto di voto nel concordato preventivo | La falcidia concordataria dei chirografari e il diritto di voto | La caratteristica inversione logica rinvenibile anche nella nuova disciplina di cui all’art. 109 CCII: il diritto di voto dei chirografari è dato per scontato | Il diritto di voto dei creditori muniti di prelazione: condizioni | La facoltà di pagare anche i prelazionari incapienti. Condizione limitatrice e sue conseguenze | I creditori muniti di prelazione non possono essere pagati con mezzi diversi dal denaro | Quando il creditore prelazionario non è “interessato” |

 

L’Autore svolge un esame su alcuni aspetti – e su alcune criticità - del diritto di voto dei creditori nel concordato preventivo come disciplinato nell’art. 109 del Codice della crisi d’impresa, diritto che compete in generale ai creditori che subiscono un pregiudizio in base alle previsioni del piano e della proposta concordatari e quindi, di norma, ai creditori chirografari, essendo essi i naturali destinatari della falcidia concordataria, ma, a certe condizioni, peraltro non del tutto chiaramente precisate dal Codice, ai creditori muniti di diritto di prelazione.

Leggi dopo