Giurisprudenza commentata

La problematica esenzione dal fallimento della start-up innovativa

Sommario

Massima | Il caso | Le società start-up innovative ed i presupposti per l'esonero dal fallimento | Il requisito dell'oggetto sociale | La qualifica di “depositaria” di privativa industriale | La pretesa incompatibilità tra stato di liquidazione e qualifica di start-up innovativa | Conclusioni |

 

L'esenzione dal fallimento connessa alla qualifica di start-up innovativa richiede non soltanto l'iscrizione della società nella sezione speciale del registro delle imprese previsto dall'art. 25, comma 8, d.l. n. 179/2012, ma anche la ricorrenza effettiva di tutti i presupposti richiesti dalla legge per il riconoscimento di detta qualifica.

Leggi dopo