Giurisprudenza commentata

La revoca diretta della dichiarazione di fallimento da parte della Cassazione

29 Dicembre 2022 |

Cass. civ.

Dichiarazione di fallimento

Sommario

Massima | Il caso | La questione giuridica | La decisione della Corte | Conclusioni |

 

La Cassazione, in sede di accoglimento del ricorso avverso la sentenza della Corte d’Appello che abbia rigettato il reclamo proposto contro la sentenza dichiarativa di fallimento, «può direttamente revocare tale dichiarazione e provvedere a norma dell’art. 147 TU Spese di giustizia, come novellato dall’art. 366 CCII, sull’imputabilità dell’apertura della procedura ai fini dell’addebito delle relative spese, sempre che non siano necessari ulteriori accertamenti di fatto, dovendo invece, per tale ipotesi, disporre la cassazione con rinvio al giudice di merito».

Leggi dopo