Giurisprudenza commentata

Voto favorevole dell'Agenzia Entrate alla proposta di transazione fiscale di un “debito futuro” e al pagamento degli Enti oltre la moratoria ultrabiennale

07 Febbraio 2022 | ,

Trib. Milano

Concordato con continuità aziendale

Sommario

Massima | Il caso | Sul pagamento dei debiti oggetto di transazione fiscale e previdenziale oltre il termine biennale previsto dall'art. 186 bis l.fall. | Sulla necessità di modulare il pagamento (rateale) dei debiti oggetto della transazione fiscale e previdenziale, per garantire il rispetto delle cause legittime di prelazione (absolute priority rule) | Sulla formazione delle classi e sui criteri di determinazione del “sacrificio” dell'Agenzia delle Entrate e dell'Inps, per il quale tali enti vanno ammessi al voto | Sulla presenza tra gli importi oggetto della transazione fiscale di “debiti futuri” verso l'Agenzia delle Entrate |

 

Nell’ambito di una proposta e di un piano di concordato preventivo in continuità aziendale ai sensi dell’art. 186 bis l.fall., contenente proposta di transazione fiscale e previdenziale ai sensi dell’art. 182 ter l.fall., il Tribunale di Milano conferma la necessità di modulare il pagamento rateale dei debiti oggetto di transazione fiscale e previdenziale al fine di garantire il rispetto delle cause legittime di prelazione (absolute priority rule) e ritiene validi i criteri di calcolo proposti dalla società ricorrente per la determinazione del “sacrificio” ai fini dell’ammissione al voto dell’Agenzia Entrate e dell’Inps (moratoria ultrabiennale). L’Agenzia Entrate esprime il proprio voto favorevole sulla proposta concordataria contenente anche “debiti futuri".

Leggi dopo