News

Le Linee guida delle vendite competitive

24 Febbraio 2016 | Vendite competitive

Sono state pubblicate ieri dal CNDCEC le “Linee guida alle vendite competitive nel fallimento”, redatte dal Sottogruppo Vendite Competitive della Commissione Fallimentare. Il Documento è proposto alla categoria come manuale operativo della fase di realizzo dei beni di compendio e offre un’analisi delle previsioni contenute nel Capo VI, “Dell'esercizio provvisorio e della liquidazione dell'attivo” della legge fallimentare.

Le nuove Linee guida recepiscono le più recenti novità normative che impattano sulla materia: il d.l. n. 83/2015, conv. in l. n. 123/2015, che ha accelerato le procedure fallimentari e il d.l. n. 18/2016 che è intervenuto sulla disciplina fiscale dei trasferimenti immobiliari. In particolare, con la mini-riforma estiva è stato modificato l’art. 104-ter, comma 1, l. fall. che stabilisce “entro 60 giorni dalla redazione dell’inventario, e in ogni caso non oltre 180 giorni dalla sentenza dichiarativa di fallimento, il curatore predispone il programma di liquidazione”, prevedendo espressamente (a differenza del passato) che “il mancato rispetto del termine per la redazione, senza giustificato motivo è giusta causa di revoca del curatore”.

Mentre il d.l. n. 18/2016 ha modificato l’art. 107 l. fall. sancendo che i trasferimenti immobiliari sono assoggettati alle imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura fissa di 200 euro ciascuna a condizione che l'acquirente dichiari espressamente il proprio intento ad un successivo trasferimento entro due anni. La stessa disposizione prevede che nel caso in cui la condizione di cui sopra non si realizzi, le imposte di registro, ipotecaria e catastale sono dovute nella misura ordinaria oltre al versamento di una sanzione amministrativa del 30% e degli interessi di mora di cui all'art. 55, comma 4, del Testo Unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro.

Leggi dopo