Home page

Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Cancellazione dal Registro delle Imprese e fallimento

05 Marzo 2013 | di Daniele Fico

Cancellazione dal registro delle imprese

Decorso l’anno dalla cancellazione dal Registro delle Imprese è possibile fallire?

Leggi dopo
Focus Focus

I compiti del commissario giudiziale nel concordato: cenni sulle procedure contabili da adottare

05 Marzo 2013 | di Antonino Trommino

Commissario giudiziale

Nell'attuale contesto normativo i creditori sanno che la decisione di accettare o meno, attraverso il voto, la proposta concordataria formulata dal debitore, dipende dall'esame di due importanti elementi di valutazione: la relazione del professionista, incaricato dal debitore, che attesta la veridicità dei dati aziendali e la fattibilità del piano e quella del commissario giudiziale.

Leggi dopo
Blog Blog

Finanza esterna e concordato preventivo

04 Marzo 2013 | di Fabrizio Di Marzio

Nuova finanza

Un interessante banco di prova del dibattito dottrinale e giurisprudenziale in materia di nuovo concordato preventivo è dato dall’utilizzo della c.d. finanza esterna, ossia del denaro messo a disposizione del concordato da soggetti diversi dal debitore insolvente.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Amministrazione straordinaria: relazioni periodiche e poteri del Giudice Delegato

04 Marzo 2013 | di Danilo Galletti

Tribunale di Roma

Amministrazione straordinaria: disciplina generale

Sussiste il potere-dovere, per il Giudice Delegato della procedura di amministrazione straordinaria, di segnalare ai Commissari Straordinari eventuali incompletezze informative e/o eventuali incongruenze, anche giuridiche, nelle relazioni periodiche, trimestrali e semestrali, da depositarsi presso la Cancelleria del Tribunale, nonché di richiedere chiarimenti ed integrazioni, a beneficio dell’Autorità Amministrativa di vigilanza, dei creditori e di qualsiasi terzo interessato, nell’ambito del controllo di legalità formale e sostanziale rimesso al Giudice, anche a tutela dei canoni costituzionali di trasparenza, economicità, imparzialità e buon andamento.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Azione di responsabilità ex art. 146 l. fall. Questioni ricorrenti tra conferme e aspetti innovativi

27 Febbraio 2013 | di Marco Angelo Russo

Tribunale di S,M. Capua Vetere

Azioni di creditori e organi di procedure concorsuali verso amministratori

La legittimazione straordinaria del curatore all’esercizio dell’azione di responsabilità dei creditori sociali ha il proprio fondamento nella stessa previsione dell’art. 146 l. fall. che concentra in capo all’ufficio fallimentare la titolarità delle azioni di massa dirette a ricostruire il patrimonio della società tramite l’accertamento della responsabilità e la condanna di coloro che, in qualità di amministratori e sindaci, hanno danneggiato l’impresa e il relativo ceto creditorio.

Leggi dopo
Focus Focus

L'indeterminismo creativo delle Sezioni Unite in tema di fattibilità nel concordato preventivo: «così è se vi pare»

26 Febbraio 2013 | di Filippo Lamanna

Fattibilità

L’Autore esamina criticamente i vari punti in cui si articola la motivazione della sentenza n. 1521/2013 delle SS.UU. in tema di controllo del Tribunale sulla fattibilità del piano di concordato preventivo ponendone in rilievo sia luci che ombre, ma evidenziando come prevalgano soprattutto le contraddizioni e le incoerenze motivazionali. Da qui i forti dubbi sulla futura tenuta del principio di diritto enunciato.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Concordato e autorizzazione allo scioglimento di un preliminare di compravendita immobiliare

25 Febbraio 2013 | di Daniele Fico

Contratto preliminare

Recentemente mi è capitato di presentare una domanda di concordato preventivo con richiesta di autorizzazione allo scioglimento di contratti pendenti tra cui un contratto preliminare di compravendita immobiliare non trascritto per il quale il promissario acquirente ha trascritto domanda giudiziale per esecuzione in forma specifica antecedentemente il deposito della domanda. Nella richiesta di chiarimenti, il Tribunale avrebbe escluso la possibilità di autorizzare lo scioglimento di tale contratto. Non sarei d'accordo con tale impostazione in quanto il fatto che il promissario acquirente abbia deciso di trascrivere una domanda giudiziale non toglie che si tratti sempre di un contratto pendente senza che tale iniziativa del promissario acquirente modifichi lo status di quest'ultimo ed elevi il contratto sino a renderlo non scioglibile. Non mi sembra infatti che la trascrizione della domanda ex art. 2932 c.c. comporti un'intangibilità del contratto pendente essendo tale impostazione contraria alla ratio della norma.

Leggi dopo
News News

Il curatore è terzo, e non parte, rispetto al creditore che propone istanza di ammissione al passivo

22 Febbraio 2013 | di La Redazione

Cass. Civ.

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Nei confronti del creditore che proponga istanza di ammissione al passivo del fallimento, in ragione di un suo preteso credito, il curatore è terzo e non parte: da ciò discende l’applicabilità dei limiti probatori di cui all’art. 2704 c.c. E’ questo il principio espresso dalle Sezioni Unite nella sentenza n. 4213, depositata il 20 febbraio, nella quale si legge, inoltre, che la mancanza di data certa nelle scritture prodotte si configura come fatto impeditivo all’accoglimento della domanda oggetto di eccezione in senso lato, in quanto tale rilevabile anche d’ufficio.

Leggi dopo
Focus Focus

Speciale Decreto Sviluppo-bis: le novità in materia di accertamento del passivo

22 Febbraio 2013 | di Roberto Amatore

Accertamento del passivo

Il c.d. Decreto Sviluppo-bis (D.L. n. 179/2012, convertito, con mod., in L. n. 221/2012) ha introdotto nuove modalità di comunicazione degli atti nelle procedure concorsuali. L’Autore esamina, in particolare, le modifiche normative apportate al procedimento di accertamento del passivo, soffermandosi sugli obblighi informativi del curatore fallimentare, sulla presentazione delle domande di ammissione al passivo da parte dei creditori e su tutte le altre fasi che conducono alla formazione dello stato passivo.

Leggi dopo
Focus Focus

Amministrazione straordinaria e domanda (prenotativa) di concordato preventivo: inapplicabilità dell'art. 161, ult. comma, l. fall.

22 Febbraio 2013 | di Giorgio Barbieri

Amministrazione straordinaria: disciplina generale

Le considerazioni che seguono si riferiscono al caso in cui, pendente una procedura per la dichiarazione dello stato di insolvenza ai sensi dell'art. 3, D.lgs. 8 luglio 1999, n. 270, l'impresa in odore di essere sottoposta alla fase preliminare della procedura di amministrazione straordinaria chieda di essere ammessa alla procedura di concordato preventivo, eventualmente presentando una domanda predisposta ai sensi dell'art. 161, comma 6, l. fall.

Leggi dopo

Pagine