Home page

Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Esame della proposta di concordato fallimentare e poteri di arresto del procedimento da parte del Giudice delegato

09 Novembre 2012 | di Maria Grazia Sirna

Tribunale di Milano

Concordato fallimentare

Nel concordato fallimentare, una volta acquisito il parere del curatore, il giudice delegato conserva il potere di arrestare il procedimento, nell’ipotesi in cui rilevi profili di illegittimità della domanda, senza dover dar corso alla comunicazione della proposta ai creditori.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Legittimazione del curatore della società dominata ad agire ex art. 2497 c.c. nei confronti della holding persona fisica

08 Novembre 2012 | di Maddalena Arlenghi

Corte d'appello di Napoli
Tribunale di Nola

Responsabilità da direzione e coordinamento

Il curatore della società dominata può agire, ai sensi dell'ultimo comma dell'art. 2497 c.c., nei confronti del dominante persona fisica, holder di fatto, che, abusando della posizione di dominio, abbia cagionato danno alla società dominata e, in forza del relativo credito risarcitorio, potrà chiederne il fallimento ove ne sussistano i presupposti soggettivo ed oggettivo.

Leggi dopo
News News

Riforma forense: la Camera approva il ddl. Ora al voto in Senato

08 Novembre 2012 | di La Redazione

Società tra professionisti

La Camera ha approvato, lo scorso 31 ottobre, il disegno di legge sulla riforma forense, con 395 voti favorevoli, 7 contrari e 14 astenuti. Ora il testo torna all’esame del Senato per la definitiva conversione in legge.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Insolvenza transfrontaliera e art. 13 Reg. CE 1346/00, eccezione all’applicazione della lex fori concursus in materia di revocatoria

07 Novembre 2012 | di Sara Bernasconi

Tribunale di Busto Arsizio

Insolvenza transfrontaliera

La seconda condizione imposta dall’art. 13 del Regolamento (CE) 1346/2000, relativo alle procedure di insolvenza transfrontaliera, affinché il beneficiario di un atto pregiudizievole alla massa dei creditori possa escludere l’applicazione a detto atto della lex fori concursus, ossia la non impugnabilità dello stesso secondo la legge applicabile, deve essere dimostrata in concreto e limitatamente alle forme di invalidità, nullità o annullabilità previste dalla disciplina delle procedure concorsuali, con esclusione di quelle previste dal diritto comune.

Leggi dopo
Focus Focus

Prime osservazioni su una disciplina in itinere: la composizione delle crisi da sovraindebitamento del consumatore

07 Novembre 2012 | di Emma Sabatelli

Sovraindebitamento

L'Autrice esamina la disciplina della composizione delle crisi da sovraindebitamento, alla luce delle novità introdotte dall'art. 18 del d.l. n. 179/2012 (c.d. Decreto Sviluppo bis), che ha profondamente modificato la l. n. 3/2012, introducendo anche un'apposita disciplina per il consumatore. Vengono analizzati i presupposti soggettivi ed oggettivi e il contenuto dei tre distinti procedimenti previsti dalla nuova normativa: l'accordo di ristrutturazione dei debiti e la liquidazione dei beni, comuni all'imprenditore (non fallibile) e al consumatore, e il piano di ristrutturazione, riservato al solo consumatore.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

L'ammissione al passivo dell'aggio coattivo

06 Novembre 2012 | di Pasquale Lacalandra

Ammissione al passivo: forma e contenuto della domanda

È ammissibile, nell'ambito della verifica dei crediti di una procedura fallimentare, il compenso per "aggio coattivo" richiesto da Equitalia Sud nelle nuove domande di insinuazione?

Leggi dopo
Blog Blog

La nuova revocatoria delle rimesse bancarie

05 Novembre 2012 | di Giuseppe Rebecca

Rimesse in conto corrente

La nuova revocatoria delle rimesse bancarie non ha ancora trovato adeguata interpretazione giurisprudenziale, il che peraltro è più che giustificabile, sia in funzione della cattiva qualità del legislatore, sia anche in rapporto al periodo che la normativa precedente aveva richiesto per arrivare a soluzioni che fossero almeno dai più condivise.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Un’ipotesi di responsabilità dell’amministratore per abuso di direzione e coordinamento

05 Novembre 2012 | di Mario Furno

Tribunale di Bologna

Responsabilità da direzione e coordinamento

Nella valutazione sull’esercizio dell’attività di direzione e coordinamento all’interno di gruppi societari occorre applicare il criterio fondato sulla compensazione tra vantaggi e svantaggi ottenuti dalla controllata, valutandosi ex ante la ragionevole probabilità di ristoro, anche futuro, del pregiudizio, tenendo presente che il trasferimento di capitali da una società all’altra è sempre illegittimo, ove non sia rigorosamente giustificato da un corretto rapporto obbligatorio assistito da contropartita.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Anche il Giudice fallimentare è un Giudice civile e può segnalare l’insolvenza al P.M.

31 Ottobre 2012 | di Manlio Lubrano di Scorpaniello

Cass. Civ.
Tribunale di Palermo

Insolvenza

Il nuovo art. 7 l. fall. va letto nel senso che, ove un giudice civile, nel corso di un procedimento civile, rilevi l'insolvenza di un imprenditore, deve farne segnalazione al Pubblico Ministero, il quale presenta la richiesta di cui al primo comma dell'art. 6 “quando l'insolvenza risulta dalla segnalazione proveniente dal giudice che l'abbia rilevata nel corso di un procedimento civile”. Giudice civile è anche il tribunale fallimentare che abbia rilevato l'insolvenza nel corso di un procedimento ex art. 15 l. fall., anche se definito per desistenza del creditore istante.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Risposte flash per il professionista (4)

30 Ottobre 2012 | di Salvatore Sanzo

Fallimento: disciplina generale

Qual è la corretta collocazione, in ordine ai privilegi fallimentari, dei crediti professionali sorti dopo l'ammissione alla procedura di concordato preventivo?

Leggi dopo

Pagine