Home page

Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Domanda di concordato preventivo rinunciata e successivo fallimento. Consecuzione di procedure?

17 Agosto 2021 | di Giorgio Cherubini

Cass. civ.

Consecuzione di procedure

L'art. 168, comma 3, l. fall., che dispone l'inefficacia delle ipoteche giudiziali iscritte nei novanta giorni anteriori all'iscrizione nel registro delle imprese del ricorso per concordato preventivo rispetto ai creditori anteriori al concordato, non si applica qualora, rinunciata la domanda di concordato preventivo prima dell'ammissione al concordato medesimo, sia stato in un momento successivo dichiarato il fallimento dell'imprenditore, trovando l'inefficacia degli atti nell'ambito della proceduta fallimentare la propria disciplina nell'art. 69 bis l. fall. La rinuncia al deposito del piano nel concordato con riserva nel termine di novanta giorni concesso dal Tribunale fa venir meno la consecuzione di procedure nel caso di successivo fallimento, indipendentemente dal fatto che tra le due procedure concorsuali non intercorra un lasso temporale rilevante o che permanga lo stesso stato di crisi. Pertanto, risulta efficace nel fallimento dichiarato dopo l'emissione di decreto di estinzione della domanda di concordato l'ipoteca giudiziale iscritta da una banca nei 90 giorni anteriori all'iscrizione nel registro delle imprese del ricorso per concordato preventivo e il suo credito va ammesso allo stato passivo in via ipotecaria.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Atto di recupero per crediti R&S e impugnazione da parte del soggetto fallito

16 Agosto 2021 | di Elisa Manoni

Fallimento: disciplina generale

La mancata opposizione, da parte della Curatela fallimentare, ad un atto di recupero per crediti R&S legittima l’impugnazione di tale atto da parte del soggetto fallito?

Leggi dopo
Flow chart Flussi e scenari

Vendita immobiliare telematica: la pubblicità (PCT)

16 Agosto 2021 | di Rocco D'Aprile

Vendite online

La vendita immobiliare telematica è composta da 4 fasi principali: la pubblicità, l'offerta, la gara e l'aggiudicazione. Il seguente flusso illustra la fase della pubblicità. (Fonte: ilprocessotelematico.it)

Leggi dopo
Focus Focus

Il concordato semplificato per la liquidazione del patrimonio. Brevi considerazioni introduttive

13 Agosto 2021 | di Alessandro Ireneo Baratta

Crisi d'impresa e insolvenza

Il recente decreto legge emanato dal Governo avente ad oggetto misure urgenti in materia di crisi d’impresa e risanamento aziendale ha introdotto due nuovi strumenti: il primo denominato “composizione negoziata della crisi ed il secondo denominato “concordato semplificato per la liquidazione del patrimonio”. Uno degli aspetti di maggiore rilievo è costituito dall’introduzione nel nostro ordinamento di una nuova forma di concordato che viene analizzato sulla base del nuovo testo emanato dall’esecutivo.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Estensione del fallimento della società al socio occulto: da quando decorre il termine biennale per la dichiarazione di inefficacia di un atto a titolo gratuito?

13 Agosto 2021 | di Flavia Silla

Fallimento in estensione

Una s.n.c. è stata dichiarata fallita il 2 ottobre 2019; il fallimento è stato esteso in pari data anche ai soci Caio e Sempronio. In data successiva e precisamente l'8 giugno 2021 il fallimento è stato esteso anche a Mevio, in qualità di socio occulto della s.n.c.. Questi, il 10 maggio 2019, aveva venduto un terreno che in sede di acquisto mi è stato intestato anche se il corrispettivo di compravendita è stato versato integralmente da mio padre. Mi è pervenuta una lettera da parte del curatore fallimentare che ha precisato di agire per la dichiarazione di inefficacia della compravendita ai sensi dell'art. 64 L.fall. Non doveva invece agire per la revocatoria trattandosi di compravendita? Essendo l'intestatario del terreno, ho possibilità di contestare l'atto del curatore e come?

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Concordato preventivo in bianco e gare pubbliche: i principi di diritto dell'adunanza plenaria del Consiglio di Stato

12 Agosto 2021 | di Beatrice Armeli

Cons. Stato

Concordato con riserva

Viene esaminata la pronuncia dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato del 27 maggio 2021, n. 9 che contiene alcuni principi di diritto in tema di partecipazione a gare pubbliche di imprese cha abbiano presentato domanda di concordato preventivo in bianco.

Leggi dopo
Focus Focus

Il privilegio del prestito agrario nel concordato preventivo. Normativa applicabile ai sensi degli artt. 43-46 T.U.B.

11 Agosto 2021 | di Luca Calò

Concordato preventivo: disciplina generale

Il T.U.B. disciplina i crediti speciali, tra i quali il mutuo di scopo nel cui novero vanno ricompresi i contratti di finanziamento di credito agrario che possono effettuarsi mediante utilizzo di cambiale agraria ex art. 43. Si differenziano dal mutuo tipico per la loro natura consensuale e non reale e perché il conseguimento dello scopo previsto entra a far parte dello schema causale. Da ciò consegue che qualora fosse assente lo scopo di agevolare economicamente un soggetto giuridico operante nel settore agricolo, tale da far sorgere il sospetto che l'importo finanziato da parte dell'Istituto di Credito ed oggetto del prestito agrario potrebbe essere stato utilizzato per una finalità diversa rispetto a quella propria di questo tipo di finanziamento, la cambiale agraria debba ritenersi nulla per difetto originario di una valida causa. Da ciò l'inopponibilità alla procedura concordataria del privilegio, salva l'ammissione del capitale in linea chirografaria. L'Autore analizza la questione del privilegio bancario previsto dall'art. 46 TUB nel contesto della normativa del concordato preventivo. In quest'ambito diventano imprescindibili, ai fini del riconoscimento del privilegio, la natura giuridica dell'attività svolta dall'impresa e la presenza di un atto scritto dal quale risulti il privilegio stesso.

Leggi dopo
News News

L’assenza di Durf blocca i pagamenti se l’impresa subappaltatrice è in crisi?

10 Agosto 2021 | di La Redazione

Agenzia Entrate

Risposta_525_03.08.2021.pdf

Amministrazione straordinaria: disciplina generale

L’Agenzia delle Entrate con Risposta a Interpello n. 525 del 3 agosto 2021 si è pronunciata sulla possibilità in capo al committente di disapplicare l’obbligo di sospensione dei pagamenti dei corrispettivi previsto all’art. 17 bis D.Lgs. n. 241/1997 nei confronti di una impresa subappaltatrice assoggettata a procedura di amministrazione straordinaria che produca il DURF dopo l'ammissione a tale procedura anche se non ha eseguito il versamento delle ritenute relative al periodo precedente l'ammissione alla procedura.

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

Vizi del procedimento di sospensione e scioglimento dei contratti pendenti ex art. 169 bis L.F.

10 Agosto 2021 | di La Redazione

App. Venezia

Appello-Venezia-8-giugno-2021.pdf

Contratti bancari nel concordato preventivo

I vizi del procedimento per la sospensione e scioglimento dei contratti ex art. 169 bis l.fall., quali la mancata integrazione del contraddittorio con contraente in bonis, non investendo il titolo del credito fatto velare né l’esistenza o l’entità dello stesso, devono essere fatti valere mediante lo specifico rimedio di cui all’art. 26 l.fall. e non possono essere oggetto di un giudizio di cognizione.

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

Fallimento e pegno irregolare

09 Agosto 2021 | di La Redazione

Trib. Sondrio

Trib. Sondrio 4.6.21.pdf

Pegno

Deve escludersi l’operatività dell’art. 53 L.fall. nell’ipotesi in cui un pegno irregolare costituito a favore di una banca su obbligazioni della medesima sia opponibile al fallimento della società garante.

Leggi dopo

Pagine