Blog

Blog su Crisi d'impresa e insolvenza

Il potere del tribunale di rideterminare il contenuto del contratto nella composizione negoziata della crisi

11 Gennaio 2022 | di Daniele Portinaro

Crisi d'impresa e insolvenza

In deroga alle previsioni di diritto comune, il legislatore, nell'ambito della procedura di composizione negoziata della crisi, ha attribuito al tribunale, su iniziativa dell'imprenditore, il potere di rideterminare il contenuto di determinati contratti, nel caso in cui la prestazione a carico del debitore sia divenuta eccessivamente onerosa a causa della pandemia da SARS-Cov-2.

Leggi dopo

La spinta per una precoce soluzione della crisi d'impresa ed il ruolo del pubblico ministero nell'accertamento dell'insolvenza

24 Novembre 2021 | di Mauro Vitiello

Crisi d'impresa e insolvenza

Il ruolo svolto dal pubblico ministero, quale organo sul quale inevitabilmente poggiano le aspettative di tutela e di governo dell'interesse pubblico coinvolto nelle situazioni di crisi o di insolvenza dell'imprenditore, come evidenzia l'Autore in questo blog, va sostanzialmente ripensato in una fase - quale quella attuale, - caratterizzata, da un lato da recenti scelte legislative che non manifestano una sensibilità analoga a quella che ha dettato le norme del CCI, dall'altro da una forte incertezza sulle scelte del legislatore prossime venture.

Leggi dopo

Obiettivi dell'allerta secondo la Direttiva 1023/2019, il CCI e il D.L. 118/2021: similitudini e divergenze

26 Ottobre 2021 | di Carlo Pagliughi

Crisi d'impresa e insolvenza

L'articolo si propone di stimolare alcune riflessioni che scaturiscono dall' analisi comparata delle previsioni contenute nella Direttiva 1023/2019, nel Codice della crisi d'impresa, e nel D.L. 118/2021, le cui ricadute applicative sono state specificate nel decreto dirigenziale del Ministero della Giustizia del 28 settembre 2021.

Leggi dopo

È arrivato il venticello della controriforma? Così è, se vi pare

27 Luglio 2021 | di Danilo Galletti

Crisi d'impresa e insolvenza

I ventilati propositi di differire lungamente nel tempo l'entrata in vigore delle misure di allerta, accompagnati dalla proposta di sostituirvi, medio tempore, un procedimento di “mediazione concorsuale” assistito da un “facilitatore”, insieme con la prospettata esigenza di rinviare anche l'entrata in vigore delle parti residue del Codice della crisi al fine di attuare la Direttiva comunitaria, parrebbero poter celare la volontà, neanche troppo recondita, di attuare una vera e propria “controriforma”, senz'altro “favorita” anche dagli effetti dell'evento pandemico.

Leggi dopo

L’enigma dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

26 Aprile 2021 | di Mauro Vitiello

Crisi d'impresa e insolvenza

L’opinione che l’ormai prossima data di entrata in vigore del codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza debba essere (ulteriormente) differita è piuttosto diffusa. Si sostiene che i contenuti della riforma siano incompatibili con l’attuale fase di grave crisi economica conseguente alla pandemia. Si trascura, così, che la gran parte del codice contiene norme univocamente ispirate ad una revisione della disciplina della crisi d’impresa e del sovraindebitamento delle persone fisiche nella prospettiva di plasmare la gran parte degli istituti tenendo conto dell’esigenza di risanare l’impresa e di assicurare un recupero al consumo della persona sovraindebitata.

Leggi dopo

Le norme emergenziali in tema di bilancio e continuità aziendale

25 Febbraio 2021 | di Lorenzo Gambi

Crisi d'impresa e insolvenza

La diffusione del Coronavirus ha minato gli equilibri di moltissime imprese e il Legislatore ha adottato una serie di misure finalizzate a sostenere le imprese colpite dagli effetti della gestione emergenziale, agendo sul fronte bancario, fiscale, del sostegno al reddito, concorsuale e societario.

Leggi dopo

Quando il Codice della crisi viene rinviato per la crisi

21 Maggio 2020 | di Antonio Maria Leozappa

Crisi d'impresa e insolvenza

Con il decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, l’entrata in vigore del Codice della crisi e dell’insolvenza è stato rinviato al 1° settembre 2021. Al contempo, sono state introdotte delle modifiche straordinarie alle attuali procedure concorsuali in risposta all’emergenza da Covid-19.

Leggi dopo

La riforma del settore concorsuale alla luce dell’emergenza Covid-19 (qualche proposta: primo step)

13 Maggio 2020 | di Stefano Morri

Crisi d'impresa e insolvenza

L’impatto sull’economia italiana della pandemia da Covid 19 è oggetto di numerose valutazioni.

Leggi dopo

Uno statuto normativo per l'impresa in tempo di crisi

22 Aprile 2020 | di Antonio Maria Leozappa

Crisi d'impresa e insolvenza

Le misure per scongiurare l'implosione del sistema impresa possono essere affrontate secondo due prospettive. La prima guarda alla crisi della singola impresa: per definire una disciplina transitoria che dia spazi e chance per la ripresa. È l'opzione del D.L. n. 23/2020 (c.d. Cura Italia) che punta su azioni di sostegno alla liquidità delle imprese e forme di garanzia; sulla sospensione delle richieste di fallimento, delle scadenze dei titoli di credito, degli obblighi di riduzione del capitale e scioglimento delle società etc.

Leggi dopo

Il Codice della crisi “rimbalza” a causa del CoVid-19

21 Aprile 2020 | di Filippo Lamanna

Crisi d'impresa e insolvenza

Il 15 agosto prossimo sarebbe dovuto entrare in vigore – per gran parte delle sue norme - il nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (contenuto nel D.Lgs. n. 14/2019). Erano anni che si attendeva questo fausto evento, non solo perché il Codice – destinato a soppiantare l’attuale, ma ormai vetusta legge fallimentare del ’42 – offre una più aggiornata, armonica ed articolata risistemazione del diritto concorsuale, ma soprattutto per la diversa filosofia che lo ispira, modernamente orientata, da un lato, non solo a sanzionare, ma ancor prima a prevenire le situazioni di crisi, introducendo un diffuso sistema di monitoraggio con strumenti di allerta, interni ed esterni all’impresa, per anticiparne l’emersione e consentire un più tempestivo intervento per fronteggiarle; dall’altro, quando sia inevitabile “fallire”, a rendere meno traumatico tale evento, promuovendo una cultura del risanamento anzichè dell’eliminazione delle imprese dal mercato.

Leggi dopo

Pagine