Casi e sentenze

Casi e sentenze

Estensione ex D.L. 118/21 del termine massimo per il deposito della proposta di concordato con riserva anche in pendenza di istanza di fallimento

21 Gennaio 2022 | di La Redazione

Trib. Torino

Concordato con riserva

Il Tribunale di Torino concede ad una società che aveva depositato domanda di concordato con riserva ex art. 161, comma 6, l. fall. - e pur in pendenza di procedimento per la dichiarazione di fallimento - il termine massimo di 120 giorni per il deposito della proposta definitiva di concordato preventivo o di una domanda di omologa di accordi di ristrutturazione dei debiti.

Leggi dopo

Concordato in continuità e contratto di management alberghiero “blindato”. Inammissibilità per contrasto con l’art. 163 bis l.fall.

19 Gennaio 2022 | di La Redazione

Trib. Rimini

Trib. Rimini 3-12-21.pdf

Concordato con continuità aziendale

Il Tribunale di Rimini ha ritenuto inammissibile una proposta di concordato preventivo in continuità aziendale presentata da una società alberghiera, dichiarandone il contestuale fallimento.

Leggi dopo

Cram down negli accordi di ristrutturazione dei debiti

14 Gennaio 2022 | di La Redazione

Trib. Palermo

Trib. PAlermo 16-9-2021.pdf

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Nell’ambito di un procedimento di omologazione di un accordo di ristrutturazione dei debiti, il Tribunale aderisce alla tesi estensiva dell’interpretazione dell’art. 182 bis, comma 4, l. fall., secondo la quale il cram down fiscale è applicabile anche nell’ipotesi di voto contrario da parte dell’amministrazione finanziaria e degli enti.

Leggi dopo

Cram down negli accordi di ristrutturazione dei debiti

14 Gennaio 2022 | di La Redazione

Trib. Palermo

Trib. PAlermo 16-9-2021.pdf

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Nell’ambito di un procedimento di omologazione di un accordo di ristrutturazione dei debiti, il Tribunale aderisce alla tesi estensiva dell’interpretazione dell’art. 182 bis, comma 4, l. fall., secondo la quale il cram down fiscale è applicabile anche nell’ipotesi di voto contrario da parte dell’amministrazione finanziaria e degli enti.

Leggi dopo

Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa e istanza di fallimento

10 Gennaio 2022 | di La Redazione

Trib. Palermo

Trib. Palermo 29-11-21.pdf

Dichiarazione di fallimento

Ai fini della pronuncia della sentenza dichiarativa di fallimento, non ha alcun rilievo il fatto che la società debitrice abbia proposto nell’ambito della composizione negoziata ex D.L. 118/2021 istanza per la nomina dell’esperto .

Leggi dopo

Composizione negoziata e misure protettive ex art. 6 D.L. 118/2021

31 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Roma

Trib. Roma 27_12_21.pdf

Crisi d'impresa e insolvenza

Una nuova applicazione del D.L. 118/2021: il Tribunale di Roma fissa l’udienza per l’applicazione delle misure protettive e cautelari ex art. 6 D.L. 118/2021.

Leggi dopo

Opposizione allo stato passivo e conseguenze del superamento del limite di finanziabilità ex art. 38 TUB

28 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Livorno

Opposizione al passivo

Il superamento del limite di finanziabilità previsto dall'art. 38 T.U.B non determina nullità totale del negozio salva solo conversione, ma diretta riqualificazione quale ordinario mutuo ipotecario con perdita dei benefici fondiari.

Leggi dopo

Composizione negoziata: mancata nomina dell’esperto e autorizzazione ex art. 10 DL 118/2021 a contrarre finanziamenti prededucibili

24 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Treviso

Crisi d'impresa e insolvenza

La nomina dell’esperto nell’ambito di un procedimento di composizione negoziata della crisi non è condizione necessaria per dar corso all’autorizzazione ex art. 10 D.L. 118/2021, a contrarre da parte dell’impresa un finanziamento prededucibile ai sensi dell’art. 111 L.F.

Leggi dopo

Inammissibile la testimonianza dell'amministratore della società fallita

22 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Varese

Fallimento: disciplina generale

Il Tribunale di Varese ha dichiarato inammissibile la testimonianza del soggetto che rivestiva il ruolo di amministratore della società poi fallita, in quanto per il ruolo ricoperto può avere avere interesse ad un determinato esito di giudizio.

Leggi dopo

Esdebitazione del debitore incapiente: lo shock esogeno “sterilizza” la colpa

14 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Milano

Sovraindebitamento

Nell’ambito di un procedimento di esdebitazione ex art. 14 quaterdecies L. 3/2012, il Tribunale di Milano ha ritenuto meritevole di esdebitazione il debitore che abbia omesso di pagare sistematicamente l’Erario e non abbia potuto rimediare al debito accumulato per uno shock esogeno.

Leggi dopo

Pagine