Casi e sentenze

Casi e sentenze su Liquidazione dell’attivo

Assegnazione dei beni: applicabilità nella procedura fallimentare

14 Novembre 2016 | di La Redazione

Tribunale di Larino – Sez. Fall. – 10 novembre 2016

Tribunale di Larino - Sez. Fallimenti - 10 Novembre 2016.pdf

Liquidazione dell’attivo

Sebbene nella procedura fallimentare la liquidazione dell’attivo sia regolata da una disciplina ad hoc tendente al massimo realizzo possibile, l’istituto dell’assegnazione dei beni ai creditori non è, ex se, strutturalmente incompatibile con la liquidazione fallimentare: è lo stesso legislatore che, con l’art. 104-ter, comma 8, l. fall. ha ritenuto di poter rinunciare a tale liquidazione, quando essa appaia non conveniente.

Leggi dopo

L’alienazione della casa del fallito

10 Ottobre 2016 | di La Redazione

Tribunale di Pescara

Liquidazione dell’attivo

In tema di alienazione della casa del fallito, l’art. 47, comma 2, l. fall. riferendosi alla liquidazione delle attività come limite temporale per la distrazione dall’uso abitativo dell’immobile, non comporta che la vendita della casa sia l’ultimo atto della fase di liquidazione.

Leggi dopo

Liquidazione dell’attivo e forme privatistiche degli atti di vendita

06 Ottobre 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Liquidazione dell’attivo

Nell’ambito delle procedure fallimentari, si ravvisa una vendita coattiva sia nel caso in cui il curatore opti per una vendita forzata secondo le regole dettate per le procedure esecutive dal codice di procedura civile, sia per il caso in cui la cessione avvenga tramite un negozio di natura privatistica. In quest’ultimo caso la valutazione di legittimità della vendita è svincolata dal rigido rispetto delle prescrizioni codicistiche, essendo invece ancorata al rispetto dei principi di pubblicità e competitività del procedimento di scelta del contraente che governano la liquidazione dell’attivo fallimentare.

Leggi dopo