Casi e sentenze

Casi e sentenze su Soddisfazione non integrale dei creditori con prelazione: condizioni

Il creditore strategico soggiace alle regole del concorso sostanziale

16 Gennaio 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MILANO

Soddisfazione non integrale dei creditori con prelazione: condizioni

La soddisfazione integrale e immediata del creditore c.d. strategico, ai sensi del comma 4 del art. 182-quinquies l. fall. non estranea quest’ultimo dal concorso dei creditori: il dettato normativo del citato articolo infatti afferma l’obbligatorietà del concorso verso tutti i creditori e non pone alcuna eccezion e nel caso di concordato con continuità così come non possono sottrarsi i creditori c.d. strategici. Il creditore strategico soggiace alla disciplina concordataria, compreso quanto disciplinato all’art. 55 l. fall. e, non può compiere atti individuali di esecuzione nei confronti della società in concordato, qualora questa manchi all’obbligo di adempimento.

Leggi dopo

Soglia di soddisfacimento dei creditori inferiore al 3%: proposta concordataria inammissibile

16 Dicembre 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Soddisfazione non integrale dei creditori con prelazione: condizioni

Una proposta concordataria che preveda un soddisfacimento dei creditori chirografari nella misura del 2,77% è da considerarsi giuridicamente inammissibile in quanto è al di sotto di quella soglia minima, individuabile nella misura del 3%,che consente di definire apprezzabile ed effettivo il soddisfacimento dei creditori.

Leggi dopo