Casi e sentenze

Casi e sentenze su Crisi d'impresa e insolvenza

Misure protettive ex art. 7 d.l. 118/2021 e sussistenza dei requisiti tipici cautelari

10 Maggio 2022 | di La Redazione

Trib. S. Maria Capua Vetere

Crisi d'impresa e insolvenza

Il ricorso per la conferma delle misure protettive necessarie per concludere le trattative con il ceto creditorio, previsto dall’art. 7 D.L. 118/2021, conv. in L. 147/2021, contestuale o successivo all’istanza di nomina dell’esperto, deve essere depositato unitamente ai documenti richiesti dallo stesso art. 7, comma 2, del decreto a pena di inammissibilità.

Leggi dopo

Composizione negoziata della crisi e sospensione del contratto pendente in via cautelare

26 Aprile 2022 | di La Redazione

Trib. Ivrea

Crisi d'impresa e insolvenza

Nell’ambito di un procedimento di composizione negoziata, il Tribunale di Ivrea ha affermato che la società può richiedere, oltre all’applicazione delle misure protettive, anche l’adozione di provvedimenti cautelari nei confronti di alcuni creditori solo se tale richiesta è contestuale alla richiesta di conferma delle misure protettive e, quindi, non depositata con memoria integrativa, ma formulata nel ricorso introduttivo.

Leggi dopo

Ricorso per conferma di misure protettive di cui al D.L.118/2021: procedure esecutive pendenti e possibilità di richiesta selettiva

04 Aprile 2022 | di La Redazione

Trib. Torino

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Tribunale di Torino conferma le misure protettive richieste dalla società ricorrente ex artt. 6 e 7 D.L. 118/2021 sul proprio patrimonio, ad eccezione di una specifica procedura di esecuzione nell'ambito della quale il trasferimento dell'immobile aggiudicato risulta conveniente e comunque non idoneo a pregiudicare le ragioni dei creditori un eventuale riparto in sede concorsuale.

Leggi dopo

Competenza del tribunale nel procedimento di composizione negoziata di gruppo

25 Marzo 2022 | di La Redazione

Trib. Milano

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Tribunale di Milano, con l'ordinanza in oggetto, si sofferma anche sul profilo della competenza nell'ambito di un procedimento di composizione negoziata di gruppo con contestuale richiesta di applicazione delle misure protettive ex art. 7 D.L. 118/2021.

Leggi dopo

Composizione negoziata della crisi d’impresa: misure protettive e decreto di fissazione udienza

04 Febbraio 2022 | di La Redazione

Trib. Firenze

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Tribunale di Firenze si pronuncia in tema di notifica del decreto di fissazione udienza e misure protettive nell'ambito di un procedimento di composizione negoziata della crisi d'impresa ex D.L. 118/2021.

Leggi dopo

Composizione negoziata e misure protettive ex art. 6 D.L. 118/2021

31 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Roma

Crisi d'impresa e insolvenza

Una nuova applicazione del D.L. 118/2021: il Tribunale di Roma fissa l’udienza per l’applicazione delle misure protettive e cautelari ex art. 6 D.L. 118/2021.

Leggi dopo

Composizione negoziata: mancata nomina dell’esperto e autorizzazione ex art. 10 DL 118/2021 a contrarre finanziamenti prededucibili

24 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Treviso

Crisi d'impresa e insolvenza

La nomina dell’esperto nell’ambito di un procedimento di composizione negoziata della crisi non è condizione necessaria per dar corso all’autorizzazione ex art. 10 D.L. 118/2021, a contrarre da parte dell’impresa un finanziamento prededucibile ai sensi dell’art. 111 L.F.

Leggi dopo

Composizione negoziata e misure protettive ex art. 6 D.L. 118/2021

09 Dicembre 2021 | di La Redazione

Trib. Brescia

Crisi d'impresa e insolvenza

Le misure protettive previste dall’ art. 6 D.L. n. 118/2021, che istituisce un sistema di protezioni attivabili “laddove vi sia l’esigenza di proteggere il patrimonio dell’imprenditore da iniziative che possono turbare il regolare corso delle trattative”, producono effetti dal giorno della pubblicazione nel Registro delle imprese dell’istanza dell’imprenditore che ne chiede applicazione unitamente all’accettazione dell’esperto.

Leggi dopo

Privilegio relativo all’imposta sostitutiva di reddito delle società

04 Giugno 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BERGAMO

Crisi d'impresa e insolvenza

Deve riconoscersi il privilegio ex artt. 2752 n.1 e 2778 n. 18 c.c. relativamente al credito derivante dal mancato pagamento dell’imposta di rivalutazione degli immobili, sostitutiva di quella sul reddito delle società. Tale imposta (regolata dall’art. 15  d.l. 185/2008) essendo espressamente definita come sostitutiva di quelle sul reddito delle società si caratterizza per  la medesima ratio di questa e quindi anche della ragione giustificatrice di qualsiasi privilegio ex art. 2752 c.c.

Leggi dopo