Casi e sentenze

Casi e sentenze

Concordato preventivo della holding e revoca ex art. 173 l. fall.

15 Marzo 2022 | di La Redazione

Trib. Milano

Concordato preventivo: disciplina generale

Come affermato dal Tribunale di Milano nell’ambito del procedimento di concordato preventivo ai fini della revoca ex art. 173 l. fall. “ rileva solo l’omessa o fuorviante esposizione di fatti contabili e sociali o l’omissione della loro rilevazione in frode diretta ai creditori ...".

Leggi dopo

La prova dell’esenzione da fallimento anche senza deposito dei bilanci

11 Marzo 2022 | di La Redazione

Trib. Parma

Fallimento: disciplina generale

Ai fini della prova dell’esenzione da fallimento, di cui all’art. 1, comma 2, l.fall., le scritture contabili costituiscono il termine naturale di riferimento da cui ricavare la presenza...

Leggi dopo

Prededuzione dei finanziamenti interinali ex art. 182 quinquies l. fall.

07 Marzo 2022 | di La Redazione

Trib. Savona

Prededuzione

Va riconosciuta la prededuzione al socio finanziatore con il limite dlel’80% nell’ipotesi di finanziamenti ponte o sorti in esecuzione di un concordato preventivo, purché intervenuti successivamente all’entrata in vigore del D.L. 83/2012.

Leggi dopo

Valutazione dell’inadempimento e risoluzione ex art. 186 l. fall. del concordato preventivo

28 Febbraio 2022 | di La Redazione

Trib. S.M. Capua Vetere

Concordato preventivo: disciplina generale

Ai fini della risoluzione del concordato preventivo ex art. 186 l. fall. ha rilevanza il solo profilo oggettivo della gravità dell’inadempimento e non anche quello soggettivo della sua effettiva imputabilità al debitore concordatario.

Leggi dopo

Reclamo ex art. 26 l.fall. avverso il provvedimento di sospensione della vendita ex art. 108 l.fall.

22 Febbraio 2022 | di La Redazione

Trib. S.M. Capua Vetere

Reclamo

Non sussiste violazione dell’art. 108 l. fall. ed è legittimo il provvedimento con cui il GD ha sospeso per i cambiamenti delle condizioni di mercato le operazioni di vendita esperite secondo le modalità stabilite nell’avviso di vendita.

Leggi dopo

Cram down fiscale: conversione del voto negativo espresso dall’Agenzia delle Entrate in voto favorevole all’omologa del piano

17 Febbraio 2022 | di La Redazione

Trib. S.M. Capua Vetere

Cram down

Il Tribunale di S.M. Capua Vetere omologa un concordato preventivo proposto da una s.p.a convertendo il voto negativo espresso dall’Amministrazione finanziaria in voto favorevole e conteggiando, quindi, le classi composte da crediti fiscali o contributivi come favorevoli.

Leggi dopo

Opposizione allo stato passivo: revoca di contributi pubblici e tempestività dell’istanza di insinuazione

09 Febbraio 2022 | di La Redazione

Trib. Piacenza

Opposizione al passivo (nel fallimento)

Il Tribunale di Piacenza, nel procedimento di opposizione allo stato passivo nell’ambito della liquidazione coatta amministrativa, esamina il tema della tempestività dell'istanza di ammissione di un ente pubblico per crediti restitutori derivanti dalla revoca di contributi pubblici ex art. 9, comma 1, D.lgs. 123/1998.

Leggi dopo

Composizione negoziata della crisi d’impresa: misure protettive e decreto di fissazione udienza

04 Febbraio 2022 | di La Redazione

Trib. Firenze

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Tribunale di Firenze si pronuncia in tema di notifica del decreto di fissazione udienza e misure protettive nell'ambito di un procedimento di composizione negoziata della crisi d'impresa ex D.L. 118/2021.

Leggi dopo

Credito dell’associazione professionale e ammissione al passivo

02 Febbraio 2022 | di La Redazione

Trib. Alessandria

Fallimento: disciplina generale

Il Tribunale di Alessandria affronta alcune questioni relative alla domanda domanda di insinuazione al passivo fallimentare proposta da uno studio associato ed alle fcondizioni per il riconoscimento del privilegio ex art. 2751 bis, n. 2, c.c.

Leggi dopo

Il fallimento della società priva il singolo creditore dell’azione individuale di responsabilità verso l’amministratore

28 Gennaio 2022 | di La Redazione

Trib. Milano

Azioni di creditori e organi di procedure concorsuali verso amministratori

L’azione di responsabilità verso i creditori sociali, ex art. 2394 c.c., per le s.p.a., ed ex art. 2476, comma 6, c.c., per le s.r.l., pone in capo agli amministratori, tenuti ad una corretta gestione sociale in forza della carica ricoperta nell’interesse della società e per l’attuazione del suo oggetto, una specifica obbligazione anche verso i creditori, finalizzata alla conservazione della garanzia patrimoniale della società, ex art. 2740 c.c.

Leggi dopo

Pagine