Casi e sentenze

Casi e sentenze

Omologa di piano del consumatore e opposizione da parte del finanziatore che non ha provveduto alla corretta verifica del merito creditizio

24 Novembre 2021 | di La Redazione

Trib. Roma

Sovraindebitamento: piano del consumatore

I creditori che al momento della concessione dei finanziamenti non hanno provveduto alla corretta verifica del merito creditizio del debitore, che alla luce del rapporto rata/reddito risultava decisamente inadeguato, non possono presentare opposizione all’omologazione del piano del consumatore, proposto ex artt. 7 ss. L. 3/2012.

Leggi dopo

Accordo di composizione della crisi in caso di voto contrario dell’Amministrazione finanziaria unico creditore del debitore insolvente

22 Novembre 2021 | di La Redazione

Trib. Torino

Sovraindebitamento: accordo di composizione della crisi

Nell’ambito di un procedimento di omologa di un accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento, in cui sia intervenuto il voto contrario da parte dell’Amministrazione finanziaria, unico creditore del debitore insolvente, e quindi per una percentuale del 100%, si procede ad omologa forzosa ex art. 12, comma 3 quater, L. 3/2012.

Leggi dopo

Rimesse bancarie in conto corrente “congelato” e azione revocatoria

16 Novembre 2021 | di La Redazione

Trib. Padova

Rimesse in conto corrente

Sono revocabili tutte le rimesse effettuate dal momento in cui il conto corrente intestato alla società sia “congelato” .

Leggi dopo

Società cooperative e fallimento

10 Novembre 2021

App. Venezia

Società cooperative

La società cooperativa che svolge un'attività commerciale è soggetta a fallimento. La previsione nello statuto dello scopo mutualistico non porta di per sé ad escludere la natura di imprenditore commerciale di una cooperativa: l’art. 2545 terdecies c.c. ne prevede espressamente la dichiarazione di fallimento, cosi riconoscendo che la cooperativa può svolgere un’ attività commerciale.

Leggi dopo

Fallibile la società diventata start up innovativa a seguito di conferimento d’azienda

04 Novembre 2021 | di La Redazione

Trib. Milano

Fallimento: disciplina generale

È soggetta a fallimento una start up innovativa che sia diventata tale a seguito di una cessione d’azienda.

Leggi dopo

Accordo di ristrutturazione dei debiti e formazione delle categorie ex art. 182-septies l.fall.

03 Novembre 2021 | di La Redazione

Trib. Livorno

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Il decreto del Tribunale di Livorno riguarda l'omologa di un accordo di ristrutturazione del debito presentato da una società con richiesta che venga estesa l'efficacia dell'accordo medesimo anche all'unico creditore dissenziente, ai sensi dell'art. art. 182 septies l. fall.

Leggi dopo

Esdebitazione del debitore incapiente e procedure esecutive

27 Ottobre 2021 | di La Redazione

Trib. Latina

Esdebitazione

Il Tribunale di Latina si pronuncia in tema di esdebitazione del debitore incapiente ed effetti sulle procedure esecutive pendenti e future.

Leggi dopo

Atti in frode nel concordato preventivo

25 Ottobre 2021 | di La Redazione

Tribunale

Atti di frode

Costituisce atto di frode, rilevabile anche nell’ambito di un procedimento ex art. 180 L.fall., aver omesso di indicare nella domanda di accesso al concordato preventivo l’esistenza di un potenziale ed ingente credito risarcitorio derivante dalla dismissione del residuo patrimonio immobiliare (danno che potrebbe finanche risultare pari all’intero attivo concordatario).

Leggi dopo

Proposta concordataria in continuità diretta: successiva perdita di capitale e disciplina di cui all’art. 6 D.L. 23/2020

20 Ottobre 2021 | di La Redazione

Trib. Reggio Emilia

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

La disciplina di cui all’art. 6 D.L. 23/2020, che prevede la sterilizzazione dell’obbligo di riduzione del capitale sociale per perdite e dell’operatività della causa di scioglimento per riduzione del capitale al di sotto del minimo legale, non si applica alla società che abbia presentato una domanda di concordato in continuità aziendale diretta.

Leggi dopo

Revoca del concordato preventivo per atti di frode e ammissione al passivo del credito del professionista

14 Ottobre 2021 | di La Redazione

Trib. Alessandria

Accertamento del passivo

La sentenza del Tribunale di Alessandria riguarda l'ammissione al passivo fallimentare del credito del professionista - relativo al compenso per l’attività di assistenza del debitore ai fini della presentazione della domanda di concordato preventivo - in caso di revoca del concordatoper atti di frode ai sensi dell’art. 173 l.fall.

Leggi dopo

Pagine