Focus

Focus su Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Continuità aziendale vs. continuità liquidatoria: quando la tutela dei lavoratori deve cedere il passo alla salvaguardia dell'impresa

17 Novembre 2022 | di Alessandro Corrado

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Un excursus giurisprudenziale che muove dalla sentenza della Corte di giustizia del 28 aprile 2022, che ha (ri)affermato che il trasferimento d'azienda di un'impresa in stato di crisi in fase liquidatoria può avvenire sacrificando i diritti dei lavoratori stabiliti dalla Direttiva 2001/23/CE.

Leggi dopo

Le modifiche al concordato in continuità nel nuovo Codice della crisi alla luce del “decreto correttivo bis”

16 Giugno 2022 | di Paolo Bosticco

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Con il nuovo decreto correttivo delle disposizioni del D.lgs. 14/2019 (il secondo in meno di due anni) il legislatore sembra voler ritoccare le norme che disciplinano in modo innovativo il concordato in continuità nel Codice della crisi; l'intento pare quello di ulteriormente favorire il ricorso a tale tipologia di procedura, riducendo il concordato liquidatorio a fattispecie residuale, con lo scopo di privilegiare soluzioni che comunque consentano la prosecuzione dell'attività anche solo parziale ovvero tramite trasferimento dell'azienda a terzi. Sempre al fine di favorire la soluzione in continuità, il legislatore recepisce - in parte, in quanto la deroga risulta limitata alla destinazione delle risorse ulteriori rispetto al “valore di liquidazione” - le indicazioni della Direttiva Insolvency in merito alla possibilità di derogare al rigoroso rispetto dell'ordine dei privilegi, utilizzando il criterio di “priorità relativa”, che non impone il soddisfo integrale dei privilegi poziori, essendo bastevole un trattamento non deteriore rispetto ai succedanei.

Leggi dopo

To continuity and beyond: viaggio ai confini della continuità aziendale

10 Dicembre 2021 | di Marcello Tarabusi

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

L'articolo approfondisce il tema della continuità aziendale, in particolare la continuità come aspetto strutturale ovvero funzionale del piano; il problema della continuità ai fini dell'art. 160, u.c., l. fall.; la continuità della holding e il concordato in continuità dell'affittuario.

Leggi dopo

Continuità diretta ed indiretta nella vigente legge fallimentare e nel Codice della crisi d'impresa

18 Novembre 2021 | di Daniele Fico

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Gli interventi del legislatore degli ultimi anni hanno evidenziato l'accentuarsi di un chiaro atteggiamento di favore verso il concordato in continuità, volto ad assicurare all'azienda in crisi il reinserimento sul mercato, dopo il processo di ristrutturazione, rispetto a quello liquidatorio. La preferenza del legislatore per il concordato preventivo in continuità è altresì ribadita nel codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza dove viene espressamente chiarito che la continuità può essere diretta ed indiretta

Leggi dopo

Le diverse interpretazioni del principio di responsabilità patrimoniale nel concordato con continuità

20 Dicembre 2017 | di Dario Finardi

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Il concordato preventivo, come mezzo per la soluzione della crisi d’impresa e strumento per addivenire alla esdebitazione del debitore, come noto, è regolato da due principi basilari: la soddisfazione integrale dei creditori prelatizi (salva la degradazione per incapienza del bene, sul ricavato in caso di liquidazione, da intendersi come “confronto fra la soluzione concordataria e lo scenario liquidatorio” nella relazione giurata da parte di un professionista, avuto altresì riguardo al valore di mercato del bene) e la graduazione dei crediti in ragione delle cause di prelazione per cui, anche in presenza di classi, “il trattamento stabilito per ciascuna classe non può avere l’effetto di alterare l’ordine delle cause legittime di prelazione” (art. 160, comma 2, l. fall.).

Leggi dopo

Concordato in continuità e affitto di ramo d'azienda

06 Giugno 2017 | di Alberto Greco

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Come noto, ormai 5 anni fa, il legislatore nazionale introduceva la procedura di concordato con continuità aziendale, cercando di normare prassi operative e giurisprudenziali che già trovavano applicazione e legittimazione nelle sezioni fallimentari dei vari tribunali italiani. La formulazione normativa però...

Leggi dopo

Il contratto di subappalto nel concordato con continuità aziendale

07 Febbraio 2017 | di Beatrice Armeli

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Il quadro normativo di riferimento è dato da una lettura coordinata della disciplina amministrativa relativa ai contratti pubblici e di quella fallimentare. Relativamente al caso in cui l’impresa affidataria di lavori pubblici sia ammessa a concordato preventivo con continuità aziendale, o abbia anche solo presentato relativa domanda con riserva ex art. 161, comma 6, l.fall., l’art. 110, commi 3 e 4, del nuovo Codice Appalti prevede che...

Leggi dopo

Riflessioni sul concordato con continuità dopo il D.L. 83/2015

09 Febbraio 2016 | di Daniele Fico

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Le recenti novità apportate dal D.L. 83/2015 hanno accentuato il favor del legislatore verso il concordato con continuità rispetto a quello liquidatorio, destinato con ogni probabilità ad un’auspicata abolizione, o comunque ad una diversa configurazione, rendendo necessaria, allo stesso tempo, una chiara definizione del concetto di continuità aziendale. L’Autore, dopo aver esaminato la disciplina speciale del concordato in continuità, si sofferma sulla riconducibilità dell’affitto di azienda all’ambito applicativo dell’art. 186-bis l. fall. e sull’impatto delle nuove disposizioni relative alla percentuale minima di soddisfacimento dei chirografari ed alle proposte concorrenti sul concordato con continuità.

Leggi dopo

Il piano industriale nel concordato, il ruolo degli attori della crisi e del commissario: la continuità è una chimera?

13 Luglio 2015 | di Andrea Ferri

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

L'Autore, partendo dall'analisi di un caso pratico, esamina le principali problematiche, relative alla continuità aziendale, che emergono quando un imprenditore in crisi presenti un piano industriale di risanamento. Vengono, così, alla luce, le difficoltà di una disciplina, quella relativa al concordato preventivo, che ancora non riesce a rispondere alle esigenze pratiche degli attori coinvolti nella crisi.

Leggi dopo

La redazione della proposta nel concordato in continuità. Risvolti operativi

05 Febbraio 2015 | di Fabio Maria Venegoni

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Il contenuto e i termini della proposta ai creditori nel concordato preventivo risulta diverso, a seconda che sia prevista la liquidazione dei beni oppure la continuità dell'impresa da parte del debitore. In questo secondo caso, infatti, la costruzione del piano presenta maggiori difficoltà, alla luce delle informazioni richieste e delle variabili insite nelle previsioni legate alla prosecuzione dell'attività. L'Autore illustra le problematiche, evidenziano le informazioni richieste ai professionisti che collaborano con il debitore, e gli stress test necessari al fine di assicurare la necessaria attendibilità alle valutazioni.

Leggi dopo

Pagine