Focus

Focus su Crediti privilegiati

La nuova disciplina nel trattamento degli accessori dei crediti professionali

08 Febbraio 2018 | di Salvatore Sanzo, Diana Burroni

Crediti privilegiati

La Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore a far data dal 1° gennaio 2018, ha introdotto un’importante novità legislativa incidendo sul tema del riconoscimento del privilegio ex art. 2751-bis, n. 2 c.c. oltre che al credito professionale in senso stretto, anche al contributo per la cassa di previdenza a carico del cliente e all’IVA.

Leggi dopo

La Legge di Bilancio 2018 e il nuovo privilegio generale dei professionisti per I.V.A. e contributi

24 Gennaio 2018 | di Filippo Lamanna

Crediti privilegiati

Erano decenni che i professionisti lamentavano che il proprio credito di rivalsa I.V.A. venisse ordinariamente ammesso al passivo fallimentare con il privilegio speciale di cui all’art. 2758, comma 2, c.c., restando così destinato ad essere quasi sempre insoddisfatto, di conseguenza reclamando il riconoscimento di un privilegio generale ovvero, ancor meglio, della prededuzione.

Leggi dopo

La revisione del sistema dei privilegi nella legge delega

29 Novembre 2017 | di Luigi Amerigo Bottai

Crediti privilegiati

Rem tene, verba sequentur, insegnava Catone, e la Commissione Rordorf ha recepito il brocardo scolpendo un principio direttivo di delega rilevante per riformare dal fondo la disciplina delle crisi d’impresa, che impone il riordino del sistema dei privilegi, definito dapprima nel codice civile e poi cresciuto selvaggiamente in numerose leggi settoriali, in dipendenza del dominante corporativismo e dell’influenza dei più disparati gruppi di pressione.

Leggi dopo

Il privilegio in materia di interventi di sostegno pubblico alle imprese

03 Agosto 2016 | di Vincenzo Palladino

Crediti privilegiati

Il D. Lgs. 123/1998 individua i principi che regolano i procedimenti amministrativi concernenti gli interventi di sostegno per lo sviluppo delle attività produttive da parte delle amministrazioni pubbliche. Tali benefici possono essere attribuiti in una delle forme previste dall’art. 7 e revocati qualora si verifichi una delle fattispecie di cui all'art. 9.

Leggi dopo

Parasubordinazione e procedure concorsuali

25 Maggio 2016 | di Antonio Caiafa

Crediti privilegiati

La difficoltà di inquadramento della collaborazione coordinata e continuativa comporta il sorgere dell'interrogativo circa la possibilità di riconoscere, in sede di ammissione al passivo, la collocazione privilegiata del corrispettivo pattuito. L'Autore offre una risposta coerente alla questione procedendo dall'individuazione dei caratteri della parasubordinazione ed esaminando l'incidenza della durata e della discontinuità della prestazione lavorativa sulla collocazione del credito nell'ambito delle procedure concorsuali.

Leggi dopo

La problematica convivenza tra l'obbligo di pagamento integrale del credito IVA e le regole generali sul trattamento dei crediti privilegiati nel concordato preventivo

16 Novembre 2015 | di Simone Marzo

Crediti privilegiati

Il trattamento del credito IVA nell'ambito della procedura concordataria continua a rappresentare una delle questioni più dibattute, in dottrina e giurisprudenza: in particolare, uno degli aspetti più controversi riguarda l'infalcidiabilità del credito IVA nel concordato senza transazione fiscale. Direttamente correlato a tale questione, è il tema dei rapporti tra l'obbligo di pagamento integrale del credito IVA e le regole generali sul trattamento dei crediti privilegiati, soprattutto nel caso in cui il patrimonio del debitore non sia sufficiente per pagare integralmente tutti i crediti privilegiati.

Leggi dopo

Profili problematici dei crediti tributari (erariali) nel fallimento

30 Aprile 2015 | di Luigi Amerigo Bottai

Crediti privilegiati

L'Autore propone uno “stato dell'arte” sul tema dell'insinuazione al passivo e dell'accertamento dei crediti tributari nel fallimento. Con un continuo riferimento alle recenti pronunce della Corte di legittimità vengono esaminati i profili che negli ultimi anni sono stati oggetto di dibattito quali la legittimazione nonché gli atti e titoli necessari all'insinuazioni, le eccezioni che il curatore può formulare, le questioni in merito al rango privilegiato di tali crediti, degli aggi e dei compensi di riscossione e i termini massimi per l'insinuazione.

Leggi dopo

L'efficacia (ir)retroattiva del privilegio generale di cui all'articolo 2783-ter c.c.

22 Aprile 2015 | di Marco Greggio, Simone Furian

Crediti privilegiati

La materia dei privilegi è stata estesa attraverso l'inserimento nel Codice Civile di un nuovo articolo, il 2783-ter c.c., il quale attribuisce un privilegio generale mobiliare allo Stato per i crediti attinenti alle risorse proprie tradizionali di pertinenza del bilancio generale dell'Unione Europea, tra cui i dazi doganali. Crux interpretumè verificare se l'estensione del privilegio vada riconosciuta anche a crediti sorti anteriormente all'entrata in vigore dell'art. 2783-ter c.c. Si tratta di una questione di grande interesse pratico, specie nelle procedure fallimentari e concorsuali, dato che l'Amministrazione Finanziaria chiede l'applicazione retroattiva del privilegio, mettendo – talora - a rischio il buon esito della proposta concordataria.

Leggi dopo

La dilazione del pagamento dei creditori privilegiati: quando le ragioni dell'economia fanno premio su quelle del diritto

26 Gennaio 2015 | di Vittorio Zanichelli

Crediti privilegiati

L'Autore propone un'analisi in tema di dilazione del pagamento dei creditori privilegiati. Punto di partenza dell'approfondimento è la sentenza della Cassazione del 9 maggio 2014, n. 10112 nella quale si afferma il principio secondo cui il pagamento dei creditori privilegiati nel concordato preventivo può essere dilazionato a condizione che gli stessi siano ammessi al voto, (pronuncia successivamente confermata anche dalla n. 20388/2014). Tale sentenza è all'origine di numerose critiche che l'Autore provvede a motivare fornendo delle possibili soluzioni al problema della dilazione dei crediti.

Leggi dopo

Il privilegio dell'IVA di rivalsa nel concordato preventivo: casistica operativa per l'attestazione

28 Ottobre 2014 | di Federico Clemente

Crediti privilegiati

Le tematiche connesse al privilegio per la cosiddetta “IVA di rivalsa”, da sempre oggetto di dibattito, hanno trovato nuova linfa a seguito di una ancora recente sentenza della Corte di Cassazione, la n. 24970 del 6 novembre 2013, ormai nota a tutti gli operatori del settore.

Leggi dopo

Pagine