Focus

Focus su Crisi d'impresa e insolvenza

Gli adeguati assetti in relazione (anche) alla composizione negoziata e alle procedure di allerta

20 Gennaio 2022 | di Paolo Scapolo

Crisi d'impresa e insolvenza

L'entrata in vigore dell'art. 15 D.L. 118/2021, con l'introduzione di una specifica segnalazione all'organo amministrativo da parte dell'organo di controllo, ha rimarcato l'indirizzo intrapreso dal Legislatore già con i sistemi di allerta di cui al Titolo II del Codice della Crisi (rinviati al 2024) e con l'art. 2086 c.c. comma 2 relativo all'istituzione degli assetti organizzativi, amministrativi e contabili adeguati alla natura e alle dimensioni dell'impresa (in vigore dal marzo 2019). La prospettiva del Legislatore si conferma pertanto rivolta alla rilevazione tempestiva dei segnali di crisi dell'impresa, con il fine di anticiparne più possibile i rimedi, risultando in linea con la Direttiva europea Insolvency e lasciando spazio alle iniziative dell'imprenditore nell'implementazione di un sistema di controllo interno attendibile, quale strumento “anche” di prevenzione dei segnali di crisi. Il presente contributo nasce quindi con l'intenzione di rappresentare i profili comuni che pongono in correlazione le disposizioni di all'art. 2086, comma 2, c.c. con la piattaforma telematica di cui all'art. 3, comma 2, D.L. 118/2021 e gli indici ed indicatori previsti dagli strumenti di allerta di cui al Titolo II del CCII, quali strumenti di supporto all'imprenditore per la valutazione delle performance aziendali, propedeutici anche - e non solo - alla rilevazione anticipata della crisi, nelle more della definizione di un orientamento giurisprudenziale consolidato che delinei più puntualmente il concetto di adeguatezza degli assetti.

Leggi dopo

Composizione negoziata della crisi di impresa e misure di allerta dopo la L. 233/2021

07 Gennaio 2022 | di Girolamo Lazoppina

Crisi d'impresa e insolvenza

La Legge n. 233 del 29 dicembre 2021, di conversione del D.L. 152/2021, ha introdotto nuove disposizioni riguardanti la procedura di composizione negoziata per la soluzione della crisi ed in particolare, all’art. 30 sexies ha introdotto le segnalazioni dei creditori pubblici qualificati (Istituto nazionale della previdenza sociale, Agenzia delle entrate ed Agenzia delle entrate-Riscossione) all’organo di controllo e all’imprenditore, specificando tempi e soglie rilevanti per le segnalazioni.

Leggi dopo

Torna l’allerta esterna ridimensionata nella composizione negoziata della crisi

04 Gennaio 2022 | di Fabio Cesare

Crisi d'impresa e insolvenza

La L. 29 dicembre 2021, n. 233, di conversione del D.L. 152/2021 ha introdotto gli artt. dal 30 ter a 30 sexies che innovano sulle interazioni della piattaforma di accesso e interscambio di dati della Camera di commercio, ma soprattutto incaricano l’INPS, l’Agenzia delle Entrate e il riscossore di “invitare” l’imprenditore in crisi a intraprendere la strada della composizione negoziata una volta superate soglie di debito prefissate. Il mancato rispetto della segnalazione non sembra determinare conseguenze apparenti: ma la presa d’atto di una situazione debitoria significativa potrebbe comunque innescare delle conseguenze significative e contribuire alla diffusione dell’istituto.

Leggi dopo

Uno sguardo d’insieme sulla composizione negoziata all’esito della conversione del D.L. 118/2021

02 Dicembre 2021 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Crisi d'impresa e insolvenza

L'articolo fornisce uno sguardo d'insieme sul D.L. 118/2021, come convertito dalla L. 147/2021, soffermandosi, in particolare, sulla piattaforma telematica nazionale e sul test pratico per la verifica della ragionevole perseguibilità del risanamento delle imprese in crisi; sulla figura e sul ruolo dell'esperto per la composizione negoziata della crisi d'impresa; nonchè sul ruolo del collegio sindacale e del sindaco unico.

Leggi dopo

Il ruolo dell'organo di controllo alla luce del D.L. n. 118/2021

05 Novembre 2021 | di Laura Sicuro

Crisi d'impresa e insolvenza

Il D.L. n. 118/2021 ha ribadito i doveri e le responsabilità in capo agli organi di controllo delle società come già introdotti nell'ambito del Codice della crisi e dell'insolvenza, quanto, in particolare, alla procedura di composizione negoziata della crisi, per la quale è stata prevista la segnalazione tempestiva all'organo gestorio della presenza dei presupposti per la presentazione dell'istanza.

Leggi dopo

Le misure premiali nella composizione negoziata della crisi

20 Ottobre 2021 | di Lorenzo Gambi

Crisi d'impresa e insolvenza

L'Autore analizza le misure premiali, dalla natura tributaria, introdotte dall'art. 14 del D.L. n. 118/2021, nell'ambito della nuova composizione negoziata per la soluzione della crisi d'impresa.

Leggi dopo

Responsabilità penali dell'esperto della “composizione negoziata per la soluzione della crisi d'impresa”?

18 Ottobre 2021 | di Ciro Santoriello

Crisi d'impresa e insolvenza

Il D.L. 118/2021 ha introdotto, nell’ambito della composizione negoziata della crisi, una nuova figura di ausilio all’imprenditore in difficoltà denominata “esperto”, del quale il decreto indica i requisiti per la nomina e i compiti che lo stesso è chiamato a svolgere, ma non fa alcuna menzione né è prevista a suo carico alcuna specifica sanzione penale nel caso di violazioni poste in essere nell'ambito del proprio operato. L'assenza di ogni indicazione normativa impone, perciò, di ricostruire i confini della responsabilità penale del cd. “esperto” in via interpretativa.

Leggi dopo

Le modifiche urgenti alla legge fallimentare introdotte dal D.L. 118/2021

15 Ottobre 2021 | di Daniele Fico

Crisi d'impresa e insolvenza

Il D.L. n. 118/2021, oltre a differire l'entrata in vigore del codice della crisi al 16 maggio 2022 (e la disciplina dell'allerta al 31 dicembre 2023) e ad introdurre i nuovi istituti della composizione negoziata della crisi e del concordato liquidatorio semplificato, ha apportato altresì modifiche urgenti alla legge fallimentare in tema di concordato preventivo e, principalmente, di accordi di ristrutturazione dei debiti, anticipando alcune disposizioni del Codice della crisi.

Leggi dopo

Il nuovo istituto della composizione negoziata della crisi: alcune riflessioni sulla definizione dei rapporti tributari

12 Ottobre 2021 | di Francesco Daniele Di Donato

Crisi d'impresa e insolvenza

Il D.L. 118/2021 introduce, tra l'altro, una nuova misura per il risanamento delle imprese in difficoltà: la composizione negoziata della crisi. Pur trattandosi di una misura caratterizzata da snellezza, da economicità e da un intervento solo eventuale del tribunale, non sono fornite previsioni circa la definizione dei crediti tributari. Tale mancanza può creare aspetti problematici che, congiuntamente alle altre caratteristiche dell'istituto, possono influire sul successo della nuova misura.

Leggi dopo

Composizione negoziata: misure protettive e cautelari e sospensione degli obblighi ex artt. 2446 e 2447 c.c.

07 Ottobre 2021 | di Fernando Platania

Crisi d'impresa e insolvenza

L'Autore procede ad un dettagliato esame della disciplina sostanziale e processuale delle misure protettive e cautelari che possono essere richieste nell'ambito della composizione negoziata introdotta con il D.L. 118/2021 (attualmente in corso di conversione), sottolineandone gli aspetti procedurali più critici e le lacune normative in ordine al complessivo sistema di informazione e tutela dei creditori. Vengono proposte alcune soluzioni idonee a superare le possibili incertezze interpretative e vengono esaminate anche le disposizioni sulla sospensione degli obblighi di ricapitalizzazione e quelle previste per i gruppi e per le imprese non fallibili.

Leggi dopo

Pagine