Focus

Focus

Debiti tributari: dagli incentivi previsti dal CCI e dal recente D.L. 118/2021 all'esdebitazione

01 Dicembre 2021 | di Stanislao De Matteis

Misure premiali

La collaborazione dell'imprenditore all'emersione anticipata della crisi viene incentivata con una serie di misure, da un lato, volte ad escludere alcune conseguenze negative e, dall'altro, finalizzate a premiare il debitore per la gestione virtuosa della propria crisi. L'articolo approfondisce le disposizioni di cui agli artt. 24 e 25 CCI, che prevedono un serie di misure premiali volte ad incoraggiare l'imprenditore che utilizza tempestivamente le misure di allerta, nonché le misure premiali di natura fiscale, da ultimo, introdotte dal D.L . 118/2021, soffermandosi infine sull'istituto dell'esdebitazione, a l quale è dedicato il Capo X del Codice della crisi d'impresa (artt. 278-282).

Leggi dopo

Finanziamenti dei soci nell'ambito del concordato preventivo

26 Novembre 2021 | di Mariacarla Giorgetti

Finanziamenti nelle procedure concorsuali

La disciplina dei finanziamenti dei soci in esecuzione di un concordato è ancora oggi contenuta, in attesa dell’entrata in vigore del CCI, nell'art. 182-quater L.F.. Parallelamente, l'art. 182-quinquies l.fall. regola i finanziamenti interinali, ma diversamente dall'art. 182-quater, la norma non contiene alcuna disposizione che contempli specificatamente l'apporto finanziario dei soci. Viene approfondito il tema sia con riferimento alla disciplina contenuta nella legge fallimentare - evidenziando alcune questioni ancora insolute – sia con riguardo al CCI, che, pur non essendo ancora entrato in vigore, è dato già scorgere una prima incidenza della disciplina che esso introdurrà.

Leggi dopo

Continuità diretta ed indiretta nella vigente legge fallimentare e nel Codice della crisi d'impresa

18 Novembre 2021 | di Daniele Fico

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

Gli interventi del legislatore degli ultimi anni hanno evidenziato l'accentuarsi di un chiaro atteggiamento di favore verso il concordato in continuità, volto ad assicurare all'azienda in crisi il reinserimento sul mercato, dopo il processo di ristrutturazione, rispetto a quello liquidatorio. La preferenza del legislatore per il concordato preventivo in continuità è altresì ribadita nel codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza dove viene espressamente chiarito che la continuità può essere diretta ed indiretta

Leggi dopo

Uno sguardo d'insieme sulle misure protettive, cautelari e premiali previste dal decreto legge 118/2021

11 Novembre 2021 | di Giuseppe Donnici

CCI - misure cautelari e protettive

L'Autore si sofferma ad analizzare le misure pensate per agevolare e diffondere l'utilizzo degli strumenti previsti dalla L. 147/2021 precisandone il contenuto ed il meccanismo processuale studiato per ottenerle evidenziando alcune criticità rimaste tali anche dopo la conversione del decreto legge.

Leggi dopo

Il ruolo dell'organo di controllo alla luce del D.L. n. 118/2021

05 Novembre 2021 | di Laura Sicuro

Crisi d'impresa e insolvenza

Il D.L. n. 118/2021 ha ribadito i doveri e le responsabilità in capo agli organi di controllo delle società come già introdotti nell'ambito del Codice della crisi e dell'insolvenza, quanto, in particolare, alla procedura di composizione negoziata della crisi, per la quale è stata prevista la segnalazione tempestiva all'organo gestorio della presenza dei presupposti per la presentazione dell'istanza.

Leggi dopo

Aspetti penalistici della riforma del Codice della crisi: il d.l. n. 118/2021

02 Novembre 2021 | di Ciro Santoriello

Reati fallimentari

L'Autore, dopo essersi soffermato in un precedente articolo sulla figura dell'esperto in un'ottica di carattere penalistico, approfondisce ora le norme di carattere specificamente specialistico contenute nel D.L. 118/2021, in particolare: a) la modifica del comma 3 dell'art. 236 l. fall.; b) la previsione di cui all'art. 12, comma 5, che riproduce il contenuto precettivo dell'art. 217-bis l. fall., stabilendo che le disposizioni degli artt. 216, comma 3, e 217 l. fall. «non si applicano ai pagamenti e alle operazioni compiuti nel periodo successivo alla accettazione dell'incarico da parte dell'esperto in coerenza con l'andamento delle trattative e nella prospettiva di risanamento dell'impresa valutata dall'esperto» nonché «ai pagamenti e alle operazioni autorizzati dal tribunale».

Leggi dopo

Transazione fiscale: il fisco si pronuncia sull'omologazione forzosa, sul caso di condotte fraudolente e sulle imprese in liquidazione

28 Ottobre 2021 | di Giulio Andreani

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Le azioni sono spesso più eloquenti delle parole. Lo confermano alcuni recenti atti con cui l'Agenzia delle Entrate, anche attraverso l'Avvocatura dello Stato nell'ambito di procedimenti giudiziari, ha espresso la propria posizione in merito a temi centrali della transazione fiscale, che non aveva trattato o aveva affrontato in modo meno puntuale ed esplicito, con le circolari dedicate alla disciplina di tale istituto.

Leggi dopo

Sterilizzazione della postergazione del finanziamento soci per attraversare indenni la pandemia: tutela della società o dei soci finanziatori?

27 Ottobre 2021 | di Daniele D'Antonio

Crediti postergati (nella legge fallimentare)

Nel tentativo di attenuare l'impatto della pandemia sulle realtà imprenditoriali del paese, il legislatore è intervenuto – tra l'altro – sospendendo temporaneamente l'obbligo di postergare il rimborso del finanziamento “anomalo” erogato dai soci in favore della società. La misura, introdotta per favorire la tenuta delle imprese societarie in crisi di liquidità, rischia tuttavia di realizzare una eterogenesi dei fini, con potenziali conseguenze deleterie per diversi soggetti coinvolti.

Leggi dopo

Le misure premiali nella composizione negoziata della crisi

20 Ottobre 2021 | di Lorenzo Gambi

Crisi d'impresa e insolvenza

L'Autore analizza le misure premiali, dalla natura tributaria, introdotte dall'art. 14 del D.L. n. 118/2021, nell'ambito della nuova composizione negoziata per la soluzione della crisi d'impresa.

Leggi dopo

Responsabilità penali dell'esperto della “composizione negoziata per la soluzione della crisi d'impresa”?

18 Ottobre 2021 | di Ciro Santoriello

Crisi d'impresa e insolvenza

Il D.L. 118/2021 ha introdotto, nell’ambito della composizione negoziata della crisi, una nuova figura di ausilio all’imprenditore in difficoltà denominata “esperto”, del quale il decreto indica i requisiti per la nomina e i compiti che lo stesso è chiamato a svolgere, ma non fa alcuna menzione né è prevista a suo carico alcuna specifica sanzione penale nel caso di violazioni poste in essere nell'ambito del proprio operato. L'assenza di ogni indicazione normativa impone, perciò, di ricostruire i confini della responsabilità penale del cd. “esperto” in via interpretativa.

Leggi dopo

Pagine