Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Cherry picking e conflitto di interessi nel concordato preventivo: un'interessante pronuncia del Tribunale di Piacenza

12 Maggio 2021 | di Andrea Colnaghi

Tribunale Piacenza

Concordato preventivo: disciplina generale

L'Autore commenta la pronuncia del Tribunale di Piacenza che esamina due interessanti profili: i criteri di formazione delle classi nel concordato preventivo e il trattamento da riservare al creditore in conflitto d'interessi.

Leggi dopo

Il curatore non può proporre personalmente, senza ministero del difensore, istanza di fallimento

06 Maggio 2021 | di Sergio Sisia

Cass. civ., Sez. I

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

L'istanza di fallimento, in quanto proposta personalmente dal curatore, rende nulla la sentenza dichiarativa di fallimento non essendo applicabile la sanatoria prevista dall'art. 182, comma 2, c.p.c. la quale presuppone che l'atto di costituzione in giudizio sia stato comunque redatto da un difensore.

Leggi dopo

Le prestazioni dei professionisti e il loro rapporto di funzionalità con la procedura di concordato preventivo

04 Maggio 2021 | di Remo Tarolli, Laura Riondato

Trib. Forlì

Domanda di concordato

In seguito al decreto di apertura della procedura di concordato preventivo, il conferimento da parte della società debitrice a un professionista di un incarico di consulenza legale inerente alla gestione dei rapporti con gli istituti finanziari non può essere autorizzato ex art. 167, comma 2, l. fall., in quanto non funzionale alla procedura concordataria e all'interesse dei creditori.

Leggi dopo

Flussi finanziari derivanti dalla continuità indiretta, ragionevole durata delle procedure concorsuali e misura minima di soddisfacimento dei creditori

28 Aprile 2021 | di Filippo Rasile, Gessica Zanotti

Trib. Milano

Concordato con continuità aziendale

Il decreto del Tribunale di Milano in commento si presenta molto articolato ed affronta numerosi ed interessanti argomenti: i vizi e l'inidoneità dell'attestazione, l'irragionevole lunghezza del piano di concordato e la soddisfazione minima dei creditori, i canoni d'affitto d'azienda e la finanza esterna.

Leggi dopo

Le nuove norme sul cram down si applicano ai concordati pendenti purché non siano iniziate le operazioni di voto

20 Aprile 2021 | di Lorenzo Gambi

Trib. Rovigo

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

L'art. 180, comma 4, l. fall. in tema di cram down nella transazione fiscale-contributiva, come modificato dall'art. 3, comma, 1-bis, lett. a), D.L. n. 125/2020, convertito con L. n. 159/2020, non si applica ai procedimenti nell'ambito dei quali, alla data del 4 dicembre 2020, fosse iniziata la fase delle votazioni per l'approvazione della proposta concordataria, considerata la natura (anche) sostanziale delle nuove norme.

Leggi dopo

Prededuzione del credito del professionista sorto ante fallimento: nuovo arresto della Cassazione

13 Aprile 2021 | di Gianfranco Benvenuto

Cass. civ.
Cass. civ.

Prededuzione

Il credito del professionista che abbia svolto attività di assistenza e consulenza per la presentazione della domanda di concordato preventivo dichiarata inammissibile o rinunciata non è prededucibile nel fallimento, ancorché la sentenza dichiarativa si fondi sulla medesima situazione (di insolvenza) rappresentata nella domanda.

Leggi dopo

Concordato fallimentare con terzo assuntore e imposta di registro

06 Aprile 2021 | di Fabio Gallio

Cass. civ.

Concordato fallimentare

Il decreto di omologa del concordato fallimentare con intervento di terzo assuntore, disciplinato dall'art. 124 l. fall., deve essere tassato in misura proporzionale e non in misura fissa, in ragione degli effetti immediatamente traslativi del provvedimento, con il quale il terzo assuntore acquista i beni fallimentari.

Leggi dopo

I contratti pendenti nel concordato preventivo

29 Marzo 2021 | di Fabio Signorelli

Corte d'Appello Bari

Concordato con riserva

Anche nel concordato preventivo, come nel fallimento, non può trovare accoglimento l'istanza del proponente di sciogliersi, ex art. 169 bis l. fall., da un contratto di assicurazione fideiussoria qualora risulti che egli stesso abbia integralmente eseguito la propria prestazione posto che anche nel concordato preventivo sono e hanno ragione di essere considerati come pendenti solo i contratti bilaterali a prestazioni corrispettive, non ancora compiutamente eseguiti da entrambe le parti del rapporto.

Leggi dopo

Le regole per attribuire al curatore la qualifica di “detentore dei rifiuti” e per addossare i connessi oneri economici alla massa fallimentare

23 Marzo 2021 | di Paolo Pizza

Consiglio di Stato

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Ricade sulla curatela fallimentare l'onere di ripristino e di smaltimento dei rifiuti di cui all'art. 192 d.lgs. n. 152/2006, mentre i relativi costi gravano sulla massa fallimentare.

Leggi dopo

L'omologazione dell'accordo di composizione della crisi in caso di voto contrario dell'Agenzia delle Entrate

17 Marzo 2021 | di Luciano Panzani

Trib. La Spezia

Sovraindebitamento: accordo di composizione della crisi

Va ritenuto raggiunto l'accordo di composizione della crisi, ai sensi dell'art. 12, comma 1, L. 3/2012, e va quindi comunicata ai creditori la relazione del gestore della crisi sull'esito del voto ai fini delle eventuali contestazioni e della successiva omologazione, quando non sia stata raggiunta la maggioranza del 60% dei creditori aventi diritto al voto, ma il voto negativo espresso dall'Agenzia delle Entrate debba ritenersi convertito ipso iure in voto positivo ai sensi dell'art. 12, comma 3 quater L. 3/2012, come introdotto dall'art. 4 ter comma 1 lett. f, d.l. 137/2020, convertito in L. 176/2020, quando tale voto sia: a) decisivo ai fini dell'approvazione della proposta; b) la proposta di accordo consenta una soddisfazione maggiore dell'Agenzia rispetto a quella ricavabile dalla procedura di liquidazione del patrimonio ai sensi degli artt. 14 ss. L. 3/2012.

Leggi dopo

Pagine