Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La Corte costituzionale equipara assegnazione e cessione del quinto come crediti di massa

18 Maggio 2022 | di Fabio Cesare

Corte Cost. 10 marzo 2022

Sovraindebitamento: piano del consumatore

La Corte costituzionale si è pronunciata sulla legittimità dell'art. 8 L. n. 3/2012 che consente la falcidia e la ristrutturazione nel procedimento di sovraindebitamento, anche del quinto dello stipendio assegnato in via giudiziale, oltre che del credito garantito da cessione volontaria.

Leggi dopo

Iniziativa del P.M. per la dichiarazione di fallimento: ammissibile nella fase delle indagini preliminari

16 Maggio 2022 | di Giorgio Cherubini

Cass. civ., sez. VI, 29 settembre 2021

Procedimento per la dichiarazione di fallimento

La Cassazione si è pronunciata in merito all’ammissibilità della richiesta di fallimento presentata dal pubblico ministero anche nella fase delle indagini preliminari, precisando quale rilevanza abbiano le sorti del procedimento penale per la valida instaurazione della procedura concorsuale.

Leggi dopo

La legittimazione attiva dei creditori postergati a proporre istanza di fallimento ex art. 6 l. fall. e l'integrazione dello stato di insolvenza

10 Maggio 2022 | di Ruggero Corona

Trib. Palermo 29 novembre 2021

Postergazione

Il tribunale si è pronunciato sull’ammissibilità dell’istanza di fallimento presentata dal socio quando agisca in veste di creditore, sebbene postergato, chiarendo altresì se i crediti dei soci concorrano ad integrare lo stato di insolvenza ex art. 5 l. fall.

Leggi dopo

I rapporti fra sequestri penali e procedure concorsuali fra elaborazione giurisprudenziale e nuovo Codice della crisi

06 Maggio 2022 | di Ciro Santoriello

Cass. pen. 2 febbraio 2022

Sequestro penale di azienda; quote e azioni di società

La Corte di Cassazione si è pronunciata in merito al rapporto tra operatività delle misure cautelari reali di cui dispone il giudice penale e procedure concorsuali, specificando quale sia la disciplina per il caso in cui queste ultime siano già state avviate. La Corte richiama inoltre la recente evoluzione legislativa che vedrà la luce con l’entrata in vigore del Codice della crisi di impresa.

Leggi dopo

Rilevanza penale delle operazioni di scissione societaria e del sistematico inadempimento delle obbligazioni tributarie e previdenziali

03 Maggio 2022 | di Enrico Corucci

Cass. 7 luglio 2021

Reati fallimentari

La Corte di cassazione si è pronunciata in merito alla rilevanza penale di operazioni societarie astrattamente regolari sotto il profilo giuridico-formale quando le stesse possano tuttavia compromettere la consistenza della garanzia patrimoniale generica. I giudici si soffermano poi sull'elemento soggettivo del reato di bancarotta fiscale.

Leggi dopo

La prescrizione dei crediti tra concordato preventivo e fallimento

02 Maggio 2022 | di Matteo Spataro

Cass. civ. 15 novembre 2021- sent.

Prescrizione

La corte di Cassazione ha valutato l’estensibilità, al concordato preventivo, della disciplina dettata per il fallimento in tema di sospensione ed interruzione della prescrizione, precisando da quale momento possa dirsi compiuto un atto interruttivo del corso prescrizionale.

Leggi dopo

La cessione dei contratti d’azienda nell’ambito dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese

29 Aprile 2022 | di Girolamo Lazoppina

Cass. civ. 5 gennaio 2022

Amministrazione straordinaria: disciplina generale

La sentenza in commento ricostruisce il complesso rapporto intercorrente tra la disciplina codicistica in tema di successione nei contratti nel trasferimento di azienda e quanto previsto dalla normativa speciale per l’amministrazione straordinaria delle grandi imprese.

Leggi dopo

Omologazione forzosa delle soluzioni concordate della crisi: l'anticipazione dell'art. 48, c. 5, CCI nella legge fallimentare

26 Aprile 2022 | di Marco Culmone

Trib. Palermo
Trib. Palermo

Omologazione della proposta di concordato

Le due decisioni del Tribunale di Palermo in commento, recepiscono la tesi più estensiva, che ammette l'applicazione del cram down fiscale e previdenziale anche ai casi di espresso rifiuto dell'amministrazione finanziaria di aderire a soluzioni concordate della crisi d'impresa.

Leggi dopo

Il cram-down nel concordato in continuità con transazione fiscale

22 Aprile 2022 | di Lorenzo Gambi

Trib. S.M. Capua Vetere

Cram down

In caso di voto contrario da parte dell'Amministrazione finanziaria, il concordato preventivo con continuità aziendale contenente una proposta di trattamento del credito fiscale ex art. 182-ter l. fall. può essere omologato dal Tribunale, previa conversione del diniego erariale in voto favorevole, qualora l'adesione da parte dell'ente pubblico sia determinante ai fini del quorum approvativo del concordato e la transazione fiscale sia più conveniente nella prospettiva erariale rispetto ai prevedibili esiti dell'alternativo fallimento, anche in ipotesi di esercizio provvisorio (art. 180, comma 4, l. fall.).

Leggi dopo

Inapplicabilità del piano “rafforzato” ex art. 9, c. 5 bis, decreto liquidità per tardivo deposito dell’attestazione dopo la rinuncia al preconcordato

14 Aprile 2022 | di Danilo Galletti

Trib. Venezia

Trib.-Venezia-10-3-2022-.pdf

Domanda di concordato

Deve dichiararsi l'estinzione del procedimento ex art. 161, comma 6, l.fall., quando il debitore rinunzi alla domanda di concordato entro la scadenza del termine concesso, ma ometta altresì di pubblicare tempestivamente il piano attestato di risanamento, redatto ai sensi dell'art. 67, comma 3, lett. a, l.fall., non potendo in tal caso trovare applicazione il disposto dell'art. 9, comma 5-bis, l. n. 40/2020.

Leggi dopo

Pagine