Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Le Sezioni Unite danno una nuova lettura dell'art. 70, comma 2, l. fall. enunciando un principio di diritto nell'interesse della legge

19 Luglio 2022 | di Fabio Signorelli

Cass. civ., Sez. Un.,

Azione revocatoria fallimentare

La Suprema Corte conferma la natura distributiva dell'azione revocatoria fallimentare ma, per scongiurare l'eterogenesi dei fini, “ammette” al passivo fallimentare il creditore che ha subito la revocatoria, con il medesimo privilegio portato dal credito originario.

Leggi dopo

Secondo la Corte di appello dell'Aquila il cram-down fiscale non è applicabile al concordato fallimentare

12 Luglio 2022 | di Lorenzo Gambi

Corte Appello L'Aquila

Cram down

La Corte d'Appello dell'Aquila afferma che Il cram down fiscale-contributivo non è applicabile in via analogica al concordato fallimentare in quanto le norme che disciplinano tale procedimento non lasciano vuoti normativi tali da rendere necessaria un'estensione di disposizioni pensate dal legislatore per procedure concorsuali aventi presupposti diversi, dalla natura eminentemente ristrutturatoria.

Leggi dopo

Composizione negoziata di gruppo al vaglio dell’efficienza

05 Luglio 2022 | di Fabio Cesare

Trib. Milano

Composizione negoziata per la soluzione della crisi

Il Tribunale di Milano si è pronunciato per la prima volta su una composizione negoziata di gruppo in una controversia intesa a convalidare le misure protettive richieste sin dalla pubblicazione nel Registro delle imprese della istanza di composizione negoziata.

Leggi dopo

Il compenso del curatore fallimentare in presenza di revoca del fallimento

04 Luglio 2022 | di Daniele Fico

App.

Compensi degli organi di procedure concorsuali

La sentenza della Corte d'appello di Bologna in esame affronta l'interessante questione inerente alla liquidazione del compenso al curatore di una procedura fallimentare successivamente revocata e all' individuazione del soggetto cui compete la corresponsione del medesimo.

Leggi dopo

Prededucibilità del finanziamento per pagamento del fondo spese nel concordato: applicazione “combinata” degli artt. 182 quater e 182 quinquies l. fall.?

29 Giugno 2022 | di Chiara Ravina

Trib. Savona

Crediti prededucibili (nella legge fallimentare)

Con il provvedimento in oggetto, il Tribunale di Savona affronta la problematica relativa alla natura prededucibile del credito derivante dal finanziamento concesso per il pagamento del fondo spese nell'ambito della procedura di concordato preventivo, poi sfociata in fallimento.

Leggi dopo

Funzione del piano di concordato e giudizio di idoneità del tribunale

24 Giugno 2022 | di Remo Tarolli, Laura Riondato

Cass. civ.

Inammissibilità della proposta di concordato (nella legge fallimentare)

L'art. 161, comma 2, lett. e), l. fall., che prescrive come contenuto del piano la descrizione analitica delle modalità e dei tempi di adempimento della proposta, va interpretato attribuendo rilievo primario non già alle modalità di esecuzione della prestazione prevista nella proposta, bensì ai passaggi per mezzo dei quali la prestazione può diventare concretamente fattibile. La verifica della fattibilità della proposta da parte del giudice comprende necessariamente anche un giudizio di idoneità, nei limiti della valutazione della sussistenza o meno di una manifesta inettitudine a raggiungere gli obiettivi prefissati; sicché la proposta deve ritenersi sempre sindacabile, ove risulti implausibile ovvero manifestamente priva di una ragionevole chance di successo.

Leggi dopo

Note sull’impugnazione di un credito ammesso tempestivamente da parte del creditore tardivo

21 Giugno 2022 | di Simone Marzo

Cass. civ.

Impugnazione dei crediti ammessi (nel fallimento)

Il creditore “tardivo” può impugnare l’ammissione al passivo di un creditore insinuatosi tempestivamente? Tale potere può essere riconosciuto già dal momento della proposizione della domanda o solo in seguito all’ammissione tardiva? La Cassazione risponde agli interrogativi.

Leggi dopo

Dopo l'omologa non è più necessaria l'autorizzazione per la partecipazione a gare pubbliche

17 Giugno 2022 | di Beatrice Armeli

TAR Lazio

Omologazione del concordato (nella legge fallimentare)

Successivamente all'omologazione del concordato preventivo, devono ritenersi cessati i poteri autorizzatori previsti per gli atti di gestione dell'impresa in capo al tribunale e/o al giudice delegato, con la conseguenza che i requisiti di partecipazione alle procedure di affidamento dei pubblici appalti previsti dagli artt. 80, comma 5, lett. b) e 110 D.Lgs. 50/2016, nonché dall'art. 186-bis, commi 4 e 5 l.fall. – coerentemente con la disciplina generale di cui agli artt. 161 e 167 l.fall. – devono intendersi riferiti alla sola ipotesi della pendenza della procedura concordataria, che prende le mosse con il deposito della domanda e si conclude con l'omologazione.

Leggi dopo

Fallimento: la ragionevole contestazione dei crediti esclude l'insolvenza

14 Giugno 2022 | di Francesco Spina

Cass. 15 dicembre 2021

Dichiarazione dello stato di insolvenza

Può essere dichiarato lo stato d'insolvenza in caso di inadempimento di un solo credito, ove lo stesso sia contestato? La Cassazione risponde all'interrogativo, chiarendo i doveri di accertamento del giudice.

Leggi dopo

Fallimento e consecuzione delle procedure concorsuali

10 Giugno 2022 | di Girolamo Lazoppina

Cass. civ. 16 febbraio 2022

Consecuzione di procedure (nella legge fallimentare)

Un credito chirografario risultante da un provvedimento passato in giudicato prima della sentenza dichiarativa del fallimento, ma dopo l’apertura del concordato preventivo revocato, può essere ammesso al passivo? La cassazione risponde all’interrogativo, valutando l’operatività del principio di consecuzione.

Leggi dopo

Pagine