Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Concordato preventivo e garanzia patrimoniale generica: applicazioni e deroghe all'art. 2740 c.c.

18 Giugno 2020 | di Martina Elisa Pillon, Edoardo Staunovo Polacco

Tribunale di Novara

Garanzia patrimoniale

È inammissibile la domanda di concordato preventivo proposta dall'imprenditore individuale qualora nel passivo non vengano indicati, oltre ai creditori dell'impresa, anche i creditori personali, dal momento che, ai sensi dell'art. 2740 c.c., l'imprenditore individuale risponde con tutto il suo patrimonio delle obbligazioni assunte...

Leggi dopo

Direzione e coordinamento societario: prevale il principio di effettività

16 Giugno 2020 | di Paolo Cagliari, Matteo Tambalo

Cass. Civ.

Direzione e coordinamento e autonomia privata

Per l'esistenza di un gruppo di imprese assoggettate a direzione e coordinamento non è indispensabile che la sua costituzione risulti da atti formali o che le società controllate operino simultaneamente, prevalendo il principio di effettività...

Leggi dopo

Contestazione dei crediti in adunanza e raggiungimento delle maggioranze nel concordato con classi

10 Giugno 2020 | di Marco Terenghi

Cass. Civ.

Votazione nelle procedure concorsuali e adunanza dei creditori

In sede di approvazione della proposta di concordato preventivo, il momento definitivo per determinare chi siano i soggetti abilitati a votare e quale sia l'entità delle maggioranze necessarie per l'approvazione della proposta coincide con lo svolgimento delle operazioni affidate al giudice delegato nel corso dell'adunanza dei creditori.

Leggi dopo

Mediante il controllo sulla fattibilità economica si valuta se sussiste o meno una manifesta inettitudine del piano a raggiungere gli obiettivi

05 Giugno 2020 | di Girolamo Lazoppina

Cass. Civ.

Fattibilità

In tema di concordato preventivo, il tribunale è tenuto ad una verifica diretta del presupposto di fattibilità del piano per poter ammettere il debitore alla relativa procedura, nel senso che, mentre il controllo di fattibilità giuridica non incontra particolari limiti, quello concernente la fattibilità economica...

Leggi dopo

Sovraindebitamento: ammissibile la dilazione oltre l’anno del pagamenti dei creditori privielgiati

03 Giugno 2020 | di Fabio Cesare

Cass. Civ.

Sovraindebitamento: piano del consumatore

Nel piano del consumatore e nell'accordo di composizione della crisi è ammissibile la dilazione del pagamento dei privilegiati anche oltre il termine annuale previsto dall'art. 8, comma 4 della legge n. 3 del 2012, a prescindere dalla continuità aziendale; in tale evenienza i creditori prelatizi hanno diritto di voto,

Leggi dopo

Prime riflessioni sull'applicazione del criterio della “prevalenza quantitativa attenuata” nel concordato “misto” alla luce della disciplina del c.c.i.

25 Maggio 2020 | di Vincenzo Palladino

Tribunale di Milano

Concordato misto

La teoria che vorrebbe applicare le riflessioni sul contratto misto al concordato misto e che, quindi, vorrebbe vedere integrate o combinate le discipline dettate, rispettivamente, per il concordato liquidatorio e per il concordato in continuità, si scontra con il rilievo per cui tali discipline non sono in realtà compatibili, non fosse altro che per la diversa percentuale di soddisfacimento dei creditori prevista nelle due ipotesi.

Leggi dopo

Sovraindebitamento: sì all’esdebitazione anche con soddisfazione parziale dei creditori privilegiati

19 Maggio 2020 | di Fabio Cesare

Tribunale di Monza

Sovraindebitamento: Liquidazione del patrimonio

E' meritevole dell'esdebitazione il ricorrente che abbia richiesto il beneficio entro un anno dall'adozione del decreto di chiusura della liquidazione del patrimonio anche laddove i soli creditori privilegiati siano stati soddisfatti parzialmente...

Leggi dopo

Applicazione dell'art. 72-quater l.fall. ai contratti ante l. n. 124/2017: le S.U. chiamate a superare il “disorientamento” giurisprudenziale in atto

14 Maggio 2020 | di Salvatore Sanzo, Gaia Borloni

Cass. Civ.

Leasing

Il principio di certezza del diritto e di tutela del legittimo affidamento importa la necessità di un chiarimento definitivo, in tema di contratti di leasing stipulati prima dell'entrata in vigore della riforma del 2017, in ordine al quesito se possa applicarsi in via analogica una norma inesistente al momento in cui venne ad esistenza la fattispecie concreta..

Leggi dopo

Fallimento del debitore in concordato con continuità non risolto su istanza del P.M.: inammissibile il ricorso per un nuovo concordato

11 Maggio 2020 | di Elisabetta Sorci

Tribunale di Modena

Consecuzione di procedure

Il P.M. è legittimato a proporre l'istanza per la dichiarazione di fallimento fondata sull'inadempimento di un patto concordatario ai sensi degli artt. 5 e ss. l. fall, in quanto il suo regime non può ritenersi per intero assorbito sul piano individuale dei rimedi ex art. 186 l. fall..

Leggi dopo

C'era il c.d. "concordato misto"

04 Maggio 2020 | di Sergio Sisia

Cass. Civ., 15 gennaio 2020, n. 734

Concordato con continuità aziendale

Il concordato preventivo in cui alla liquidazione atomistica di una parte dei beni dell'impresa si accompagni una componente di qualsiasi consistenza di prosecuzione dell'attività aziendale, rimane regolato nella sua interezza, salvi i casi di abuso, dalla disciplina speciale prevista dall'art. 186-bis l. fall., che al primo comma espressamente contempla anche una simile ipotesi fra quelle ricomprese nel suo ambito; tale norma non prevede alcun giudizio di prevalenza fra le porzioni di beni a cui sia assegnato una diversa destinazione, ma una valutazione di idoneità dei beni sottratti alla liquidazione ad essere organizzati in funzione della continuazione, totale o parziale, della pregressa attività di impresa e ad assicurare, attraverso una simile organizzazione, il miglior soddisfacimento dei creditori.

Leggi dopo

Pagine