Home page

News News

E’ di nuovo tempo di mediazione obbligatoria

25 Settembre 2013 | di La Redazione

Mediazione

E’ entrata in vigore lo scorso 21 settembre la nuova disciplina della mediazione obbligatoria, introdotta dal Decreto del “Fare” (d. l. n. 69/2013, convertito in l. n. 98/2013).

Leggi dopo
Focus Focus

Trasferimento di ramo d'azienda e ammissione al passivo della quota di TFR maturata alle dipendenze della società fallita

25 Settembre 2013 | di Aldo Fittante

Trattamento di fine rapporto

Il tema dell’ammissione al passivo fallimentare di crediti relativi alle quote del trattamento di fine rapporto maturate dai lavoratori alle dipendenze della società fallita, in caso di trasferimento di ramo d’azienda, appare sempre più centrale nella prassi operativa. L’Autore analizza, quindi, gli aspetti più problematici della materia, relativi all’individuazione dell’insorgenza del diritto dei lavoratori a percepire la quota di TFR, e all’intervento del Fondo di Garanzia dell’Inps, soffermandosi, infine, sull’ipotesi di cessione di ramo d’azienda successiva alla dichiarazione di fallimento.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Scioglimento o sospensione dei contratti pendenti nella fase di preconcordato. Discrezionalità del giudice e bilanciamento degli interessi in gioco

24 Settembre 2013 | di Sergio Di Nola

Tribunale di Catanzaro

Rapporti giuridici preesistenti nel concordato

Nulla osta all’ammissibilità di un’istanza ex art. 169-bis l.fall. nell’ambito di un procedimento di concordato “con riserva”. Tale tipologia di soluzione in itinere della crisi trova anzi nell’istituto dello scioglimento o della sospensione di determinati vincoli contrattuali uno strumento idoneo a rendere possibile l’elaborazione definitiva del piano, purché esso si prospetti come funzionale al buon esito della procedura. Quindi l’ammissibilità non esime il tribunale da un giudizio sul caso concreto che dovrà essere svolto sulla base dei chiarimenti, forniti dall’istante, in ordine al tipo di proposta o di piano in elaborazione e in ordine alla incidenza, della cautela richiesta, sul buon esito della procedura e sugli interessi della controparte

Leggi dopo
Focus Focus

Il giudizio di ammissibilità della domanda di concordato prenotativo

23 Settembre 2013 | di Roberto Amatore

Domanda di concordato

La novità di maggior rilievo ed originalità introdotta dal c.d. Decreto Sviluppo è rappresentata dall'istituto del concordato prenotativo, finalizzato a porre rimedio all'insufficiente protezione del debitore durante la preparazione del piano di ristrutturazione attraverso la possibilità di presentare una domanda anticipata di concordato, diversamente e variamente definita dalla dottrina come domanda di “pre-concordato”, domanda di concordato “con riserva”, domanda “in bianco” ovvero, ancora, domanda di concordato “prenotativo”.

Leggi dopo
Blog Blog

Legittimazione del commissario giudiziale all'azione risarcitoria verso gli organi di società in concordato

20 Settembre 2013 | di Antonio Maria Leozappa

Commissario giudiziale

Nel concordato preventivo compete al commissario giudiziale, in luogo e rappresentanza degli interessi dei creditori, l’azione risarcitoria ex art. 2043 c.c. nei confronti degli organi sociali per il danno causato da comportamenti astrattamente sussumibili sotto la previsione dell’art. 236 l. fall.

Leggi dopo
Focus Focus

I nuovi requisiti di professionalità ed onorabilità dei commissari giudiziali e straordinari delle procedure di amministrazione straordinaria

19 Settembre 2013 | di Paola Baldassarre

Commissario straordinario

A distanza di alcuni anni dalla promulgazione della legge recante la nuova disciplina dell'amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza, la cosiddetta Legge Prodi bis, ha visto finalmente la luce il decreto ministeriale attuativo del disposto di cui all'art. 39, comma 1, recante il regolamento emanato dal Ministero dello Sviluppo Economico (nel testo legislativo ancora indicato come Ministero dell'Industria), di concerto con il Ministero di grazia e giustizia, contenente la dettagliata individuazione dei requisiti di professionalità e di onorabilità che il nominato commissario giudiziale o straordinario deve attestare di possedere per accettare la carica, che avrebbe dovuto invece essere emanato ai sensi dell'art. 104 del medesimo D.Lgs. 8 luglio 1999 n. 270 nei 120 giorni dalla sua entrata in vigore.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

L’azione risarcitoria contro l’istituto di credito responsabile di abusivo finanziamento: segnali evolutivi dalla giurisprudenza

18 Settembre 2013 | di Paolo Dal Soglio

Tribunale di Parma

Abusiva concessione di credito

Il commissario straordinario è legittimato a promuovere azione risarcitoria contro l’istituto di credito finanziatore della società poi dichiarata insolvente, quando sia invocato il concorso nel fatto illecito commesso anche dagli amministratori della società insolvente, costituito dal finanziamento e dalla conseguente illegittima prosecuzione dell’attività d’impresa, e ciò pur in assenza di una pronuncia resa in sede penale.

Leggi dopo
Focus Focus

Il concordato in continuità: alcune criticità e tecniche per l’attestazione

17 Settembre 2013 | di Simone Manfredi

Concordato con continuità aziendale (nella legge fallimentare)

La disciplina del concordato preventivo in continuità è stata modificata dal c.d. Decreto Sviluppo (d.l. 22 giugno 2012 n. 83, conv. l. 7 agosto 2012 n. 134): l’Autore esamina il nuovo art. 186-bis l. fall., con particolare riferimento al ruolo dell’attestatore nella valutazione della veridicità dei dati aziendali e della fattibilità del piano, evidenziando alcuni aspetti controversi della norma e le posizioni della giurisprudenza sul compito affidato all’attestatore.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Il credito condizionale del fideiussore

16 Settembre 2013 | di Edoardo Staunovo Polacco

Tribunale di Latina

Ammissione al passivo condizionata

Il fideiussore del fallito che non abbia pagato il creditore prima della dichiarazione di fallimento del debitore principale può proporre insinuazione condizionale in relazione all’eventuale esercizio dell’azione di regresso.

Leggi dopo
News News

I Tribunali chiudono: parte la riforma della geografia giudiziaria

16 Settembre 2013 | di La Redazione

Tribunale fallimentare

E’ scattata lo scorso venerdì, 13 settembre, la riforma della geografia giudiziaria, di cui al decreto legislativo n. 155/2012, che prevede il taglio di quasi la metà degli uffici giudiziari italiani: oltre a 30 tribunali e Procure, vengono soppresse tutte le 220 sedi distaccate, i cosiddetti “tribunalini”, e 667 uffici del Giudice di Pace.

Leggi dopo

Pagine